Al via sabato 20 aprile la stagione 2019 della Scola: 27 eventi con musica, spettacolo, arte e letteratura

Un programma ricchissimo per chi vuole apprezzare la magia del Borgo La Scola: musica popolare e colta, teatro con Giorgio Comaschi e tre concerti delle rassegne curate da Luca Troiani

0
497

SCOLA (800x531)

 

 

Avrà inizio sabato 20 aprile con la conferenza “La via Crucis. Il silenzio di Dio”, con letture e commenti di Gian Paolo Roffi la stagione 2019 del Borgo La Scola, nel Comune di Grizzana Morandi. L’appuntamento è alle ore 17 nell’Oratorio di San Pietro dove è collocata una Via Crucis donata l’anno scorso dall’artista, poeta e insegnante bolognese Roffi, esempio della corrente di poesia totale che associa immagini, lettere e richiami storici.

L’incontro è il primo di 27 appuntamenti, più quello tradizionale dei presepi di Natale, organizzati  dall’Associazione culturale Sculca per il 2019 con il patrocinio del Comune di Grizzana Morandi e dell’Unione dell’Appennino bolognese.

La presidente dell’associazione Silvia Rossi spiega che per il  programma si è pensato ad una serie di manifestazioni che si svilupperanno sostanzialmente su due filoni: il primo è quello de “Le parole nel borgo” che ricomprende una serie di conferenze: con l’artista Gian Paolo Roffi, i geologi Stefano Vannini e Alessandro Stefani, gli scrittori Lorena Grattoni, Paolo Bacchi e Marisa Collina. Non mancheranno poi le consuete presentazioni di libri tra cui quella di Fabrizio Carollo.

SCOLA

Il secondo filone invece è stato chiamato “Scola in musica” con iniziative di carattere musicale che spaziano su vari generi. Ci sarà la musica italiana con il Gruppo Maeba, il duo Cristina Saglioni e Marco Magrini. il gruppo Emme7, ci sarà il sax di Daniele Faziani e Manuel Padula, la musica della trazione popolare-dialettale con il Coro Climacus, balli popolari, gli Scarriolanti e Pier Luigi Vivarelli, e ancora spazio per la musica internazionale dei Panamericana e il blues dei Soulgrinders.

«A tutto ciò si aggiungono tre eventi di cabaret e teatro che hanno avuto molto successo a Bologna tanto da essere stati più volte replicati» continua Silvia Rossi «mi riferisco a “Donne in Scena” con Gianluca Roncato, allo spettacolo di musica e poesia Bulàggna d’na vôlta e d’ incú – Bologna di ieri e di oggi con Silvia Parma ed Ettore Pancaldi, al monologo cabarettistico sui tic di questo decennio “Ma te ci sei su Feizbuk?” di e con Giorgio Comaschi».

Nelle sedi del borgo, infine, si alterneranno tre mostre, una di sculture del maestro Adriano Gramolini e due di quadri, quella di Valentina Forni con il suo mondo onirico fiabesco e quella di Daniela Carpano che torna a Scola con i suoi acquerelli.  A chiudere le iniziative estive il consueto appuntamento tutto dedicato ai bambini che quest’anno sarà caratterizzato dalla realizzazione per il borgo della fiaba di Pinocchio.

E se il ricco programma non dovesse bastare, si aggiungeranno alla stagione di quest’anno l’evento inaugurale della rassegna “Vivi e Ascolta la Montagna” e due spettacoli nell’ambito della rassegna “Tacabanda”, entrambe dirette dal maestro Luca Troiani.

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here