Covid e montagna

0
380

foto repubblica

 

Mi scuso sul fatto di ritornare su di un argomento trattato marginalmente in un articolo piuttosto recente. La ragione è stata data da un incidente, fortunatamente di lieve entità, successo ad una signora mentre compiva una attività sci alpinistica, in coppia, sul Corno alle Scale. Il fatto ha evidenziato come anche una escursione di modesto impegno possa dar luogo ad interventi del Soccorso Alpino. Questo vuol dire che varie persone devono, forzatamente, trovarsi a contatto di gomito per svolgere dette operazioni. Cosa posso dire ? E’ evidente che girare in ambienti così aperti sia salutare, senza rischi di infettarsi e rilassante per lo spirito. Bisogna, però, in questo momento, fare mente locale, ovvero considerare cosa succeda in caso di un infortunio, anche semplice e banale. Ovvio che se detto guaio avviene in un posto facilmente raggiungibile da un’ambulanza ed un paio di infermieri, la cosa non assume alcuna drammaticità, ma se il guaio succede dove deve intervenire il Corpo di Soccorso Alpino, ove debbano essere presenti più persone, l’ambiente di montagna non è mai da sottovalutare. La cosa, ripeto, rischia di essere più che seria. Non è casuale che in questi periodi determinate coperture assicurative per chi svolge attività in ambienti a potenziale rischio, vedi speleologia, siano sospese. Un intervento in grotta, anche la più facile di questo mondo, richiede un nutrito staff di soccorritori, quindi, per ora, non si svolge più attività speleo di alcun tipo all’interno delle cavità. Certamente all’aperto le cose sono più semplici, ma adesso siamo quasi in inverno,  vi è neve, nebbia, vento, spesso la visibilità è ridotta a pochi metri, quindi, un consiglio da parte di una persona che di cose difficili ne ha fatte parecchie : RIMANDATE TUTTO A MOMENTI MENO PERICOLOSI PER LA SALUTE DI TUTTI, limitatevi, quindi, a percorsi più che elementari e dove, comunque, non debbano intervenire diverse persone a togliervi da eventuali pasticci.

in home page foto ansa
SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here