LIZZANO: Pianaccio e Monteacuto senza luce per diverse ore

0
697

Ieri sera dalle 19 alle 4 del mattino  le frazioni di Pianaccio e Monteacuto sono rimaste senza energia elettrica. Un residente ha telefonato anche a noi per avere un aiuto, poichè l’unico nr telefonico dell’ENEL che aveva era contattabile solo da telefono fisso che non aveva più. L’Ufficio dell’Enel mi ha risposto che alle 20 era già stata allertata una squadra di tecnici. Ovviamente sono scattati i soliti problemi, come si è notato in mattinata con tanti cibi che sono passati dal congelatore bloccato ai bidoni del rusco.

Il nostro collaboratore Ettore Scagliarini si trovava nella sua casa di Pianaccio e col suo solito stile, ironico e sferzante, ha così commentato il fatto:

 

LA GUERRA NON E’ FINITA

Moltissimi pensano che con il 25 Aprile 1945 ed alcune settimane dopo, la II Guerra Mondiale in Europa sia finita. Per me non è esattamente così, sono cambiati aspetti superficiali o di immagine, ma la sostanza è rimasta. Partiamo dal 10 Giugno 1940 quando “L’uomo della Divina Provvidenza” nero vestito si affacciò dal balcone di Palazzo Venezia rendendo note le “Decisioni irrevocabili”, “I milioni di baionette” e “Le soluzioni fondamentali”. Oggi, più o meno, si rimescola sempre la stessa minestra. Di “Fondamentali” ci sono lavori inutili pagati con pubblico danaro che finisce nel “Finanziamento irrevocabile”. Il mondo politico ha semplificato il concetto dei “Milioni di baionette” interessandosi solo dei Milioni. Come vedete siamo sempre lì. D’altronde i bombardamenti alleati che distruggevano sono rimasti. Non si impiegano più bimotori e quadrimotori ma i ponti, le gallerie, i viadotti crollano uno dietro l’altro. D’altronde le superfici stradali, piene di buche ed avvallamenti certificano di un sistematico bombardamento di difficile individuazione ma dai nefasti risultati. A quei tempi le popolazioni erano visitate dai Federali che infondevano incrollabile fiducia nella Vittoria Finale. Oggi i politici arrivano non più a bordo della Balilla ma con elicottero, danno stura a logorroici discorsi ben evidenziati nel Politichese apparso anche qui in Renonews, del quale nessuno, neppure il KGB + CIA + Servizi segreti di altre 18 nazioni è mai riuscito a decifrarne il significato. Stessa zuppa della Vittoria Finale. Come alcuni ricorderanno, vari decenni fa furono contattati nelle foreste delle Filippine, alcuni reparti dell’esercito giapponese che, non sapendo della resa del loro Paese, continuavano a combattere. Penso che anche qui, nelle montagne dell’Alto Appennino Bolognese, operino alcune squadre di sabotatori partigiani ignari della fine, o presunta tale, della II Guerra Mondiale. Questi sabotatori si sono specializzati nel manomettere linee elettriche e telefoniche. Quando nevica si interrompono le forniture elettriche e telefoniche a Pianaccio, Monteacuto e zone limitrofe . Quando c’è vento idem. Anche quando piove ci troviamo nella medesima situazione. Ieri 07-06-021 detti sabotatori non hanno sfruttato le avverse condizioni atmosferiche, hanno agito con cielo terso, niente vento, temperatura estiva. Morale ? 8 ore senza corrente elettrica. Sarebbe opportuno allertare sia le Forze Armate che Carabinieri e Polizia al fine di informare detti sabotatori della fine della II Guerra Mondiale, eventualmente con altoparlanti con le registrazioni dei responsabili del tempo, come fu fatto con i giapponesi. Ultimo argomento, un triste argomento, quello degli sfollati ! Come ci si ricorderà, durante il 1940-1945 molte persone e famiglie fuggirono dai luoghi a rischio. Dal momento, come ho esordito, che la II Guerra Mondiale è ancora in corso, ciò lo certifica l’elevato numero di SFOLLATI fuggiti dall’Appennino. E’ una costante emorragia con conseguenze sociali inimmaginabili. Queste persone scappano verso zone che consentano loro di vivere dignitosamente e, possibilmente, di non ascoltare più le logorroiche esternazioni, in tempi elettorali, dei nuovi Federali che illustrino loro un radioso futuro di Incrollabili Vittorie Finali.

Ettore Scagliarini

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here