Monzuno, al via la rassegna Musica in Bianco e Nero

Gli appuntamenti ad ingresso libero si svolgeranno nella Sala Ivo Teglia

0
797

Marzia e Maria Chiara Mazzi

 

Un concerto dal titolo e dal tema perfetti per inaugurare la stagione 2022 dei concerti di “Musica in Bianco e Nero”. La prima serata in calendario sabato 7 maggio alle ore 20.30 ha per protagoniste Marzia Ragazzoni, pianoforte, Maria Chiara Mazzi, musicologa, Beatrice Montecchi, multimedialità, e ha per titolo “In Bianco e Nero. Piccola storia di una tastiera”.

Il progetto nasce nel 2011 da un’idea della pianista monzunese Francesca Rambaldi ed è sostenuto dal Comune e dalla Proloco di Monzuno con l’obiettivo di divulgare la musica e la cultura nel territorio privilegiando giovani artisti accanto ad affermati professionisti.

Tutti i concerti sono a ingresso gratuito, introdotti e raccontati dai musicisti stessi per coinvolgere interattivamente il pubblico.

“Il percorso “in bianco e nero”, segue per quasi due secoli i colori di una tastiera sulle strade della storia, della musica e della società, alternando narrazione, letture d’epoca ed esecuzioni musicali e proiezione di immagini che aiuteranno a entrare in questi mondi così diversi.” – così descrive il concerto di inaugurazione la rinomata musicologa bolognese Maria Chiara Mazzi, che guiderà il pubblico insieme alla pianista Marzia Ragazzoni attraverso la storia del pianoforte.

Francesca Rambaldi, pianista e direttrice artistica di Musica in bianco e nero, ha spiegato: “Musica in bianco e nero è nata anche per valorizzare un pianoforte storico, uno straordinario Blüthner costruito a Lipsia nel 1911 e arrivato fino a Monzuno presso la sala dell’Emilbanca “Ivo Teglia”. L’obiettivo della rassegna è quello di divulgare la musica nel territorio privilegiando giovani artisti accanto ad affermati professionisti. Tutti i concerti sono gratuiti e introdotti e raccontati dai musicisti stessi per coinvolgere interattivamente il pubblico. Le collaborazioni consolidate nel tempo contano importanti realtà del territorio e internazionali: Conservatorio di Bologna, Accademia dell’Orchestra Mozart, Ensemble Concordanze, corpo bandistico P. Bignardi, Goethe Institut Bologna, Associazione Alessio, Corti Chiese e Cortili”.

Ermanno Pavesi, vicesindaco e assessore alla Cultura del comune di Monzuno: “Siamo particolarmente felici di poter ospitare nuovamente i concerti con pianoforte a Monzuno dopo questi anni così difficili per tutti. Il Comune di Monzuno tiene in modo particolare alla valorizzazione del territorio attraverso iniziative come questa, inserita pienamente nel contesto dell’offerta culturale dell’Appennino bolognese, che negli ultimi anni si è considerevolmente arricchita anche in virtù di una maggiore affluenza turistica e di un aumento della popolazione locale residente”.

L’inaugurazione del 7 maggio è realizzata in collaborazione con la rassegna “Itinerari organistici Giorgio Piombini”, Gruppo di Studi Savena Setta Sambro e “Acatù – Rifugi solidali appenninici”.

Il concerto sarà preceduto e accompagnato da una passeggiata yoga con meditazione e aperitivo vegano conclusivo organizzata da Acatù con partenza da Località Casaccia 2/3, Monzuno.

Per la prenotazione della passeggiata yoga: rifugisolidaliappenninici@gmail.com

partenza 7.5.22 ore 14 da Acatù, Località Casaccia 2/3, Monzuno – costo: 30€ – in caso di maltempo: evento al coperto e in forma ridotta

Prenotazione per il concerto musicainbiancoenero@gmail.com

7.5.22 ore 20.30, Sala Ivo Teglia, Via Bertini, 1 – Monzuno – BO – ingresso gratuito

 

Musica in bianco e nero 2022 si è aperta informalmente con un concerto di anteprima il 30 aprile con Ensemble Concordanze (ensemble ospite per tutto il 2022 presso la rassegna monzunese ), in cui è stata presentata tutta la stagione. Concordanze è una realtà musicale e sociale nata a Bologna nel 2009 da un‘idea di giovani musicisti del Teatro Comunale, del Conservatorio e dell‘Università di Bologna. L‘obiettivo principale dell‘ensemble è quello di portare la musica nei luoghi dove di solito non può arrivare tramite concerti gratuiti pensati per coloro che altrimenti non avrebbero la possibilità di accedervi. Concordanze ha all‘attivo oltre 200 concerti in luoghi speciali come case circondariali, ospedali psichiatrici, REMS, luoghi di accoglienza. Il concerto del 30 aprile è stato proposto anche presso Maieutica, centro semiresidenziale socioriabilitativo per persone con disabilità psico fisica medio grave.

 

La rassegna continuerà lungo tutto il 2022 con numerosi concerti. I prossimi:

Sabato 14 maggio ore 20.30 – Concerto straordinario offerto da Associazione Alessio

“La bellezza salverà il mondo” – Concerto per la pace

Musiche di Chopin, Ravel, Debussy

Sofya Gulyak, pianoforte (pianista di fama internazionale)

 

Sabato 21 maggio ore 20.30

Live Music Now Lipsia (Germania) e Ensemble Concordanze

 

Sabato 28 maggio ore 20.30

Lezione – Concerto

“Beethoven e l’ultimo periodo creativo: l’errare dell’anima”

Giuseppe Fausto Modugno, pianoforte

 

Sabato 11 giugno ore 18 @ Acatù

“I vini della via degli Dei” Degustazione e concerto

a seguire:

ore 20.30 @ Sala Ivo Teglia

Ensemble Concordanze – Musiche di Schumann e Brahms

 

Per la lista completa dei concerti 2022 visitare il sito: https://www.facebook.com/musicainbiancoenero

https://www.francescarambaldi.com/musica-in-bianco-e-nero-festival

 

 

 

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here