Nel corso di una recente riunione di frazione tenutasi a Ripoli, il sindaco, Alessandro Santoni, ha illustrato alla cittadinanza i dati relativi allo stato del versante e successivamente i primi lavori di riqualificazione della frazione.

”  Relativamente all’aggiornamento dello stato del versante, preso atto che si sono ormai conclusi i lavori di consolidamento predisposti da Autostrade, un serie imponente di pozzi drenanti profondi realizzati per annullare le variazioni dei livelli delle falde e, di conseguenza, per aumentare il coefficiente di stabilità del versante di Ripoli Santa Maria Maddalena, è per me stato possibile evidenziare, grazie all’immagine allegata, l’andamento negli anni dei movimenti del versante di Ripoli.

Dai grafici si può vedere come gli spostamenti siano passati da valori dell’ordine dei 10 cm al mese registrati nel 2013, ai valori di oggi che si attestano sui 4-5 mm all’anno, valori che sono dell’ordine di grandezza di quelli che si registravano prima delle operazioni di scavo delle gallerie della variante di valico e che sono del tutto in linea con quelli fisiologici dei versanti appenninici. Parallelamente, è stata praticamente completata anche la fase di valutazione dei danni ai fabbricati e delle relative proposte di indennizzo, che in totale risultano essere 210. E’ questo un altro dato importante, perché se fino al 2014 le proposte di indennizzo erano state in totale 28 (ossia 14 all’anno), in questi restanti 4 anni sono state 182 (ossia più di 45 all’anno, dato più che triplicato rispetto a quello precedente). << Era questo uno dei tanti impegni che ci eravamo presi nei confronti dei cittadini di Ripoli, ossia di fare in modo che ad ognuno venisse formulata una proposta risarcitoria, ed oggi possiamo dire che questo risultato è stato raggiunto . 
Relativamente ai lavori di rigenerazione urbana della frazione di Ripoli, preme ricordare come questi siano nati a seguito di un percorso di urbanistica partecipata sviluppato nel 2016 e che ha visto coinvolta in maniera attiva la cittadinanza con la quale assieme abbiamo individuato una serie di interventi ritenuti utili allo scopo, con l’obiettivo primario e comune di recuperare la funzione degli spazi pubblici come luoghi dove poter sostare piacevolmente e trascorrere del tempo, coniugando vivibilità ed esigenze di mobilità, migliorando la qualità urbana e garantendo un’elevata qualità di fruizione oltre che una corretta valorizzazione del territorio.

Sulla base di tali considerazioni sono stati sviluppati i primi tre progetti riguardanti la riqualificazione della centrale area di sosta lungo via Vittime Rapido 904 che non perdererà la sua vocazione legata alla necessità della sosta , ma che allo stesso tempo sarà in grado di offrire quella polifunzionalità ideale per poter svolgere anche tante altre e diverse funzioni previste come organizzare eventi o feste all’aperto, la riqualificazione della piazza di Via Cà di Sotto dove gli spazi destinati alla sosta verranno spostati per favorire altre funzioni ritenute dai cittadini più importanti, e della centralissima via Santa Maria Maddalena.

L’importo di questi primi interventi è di 800.000 €. E’ questo un segnale che, associato al precedente, consentirà a questo territorio di superare i problemi che ha dovuto sopportare negli anni dei lavori di realizzazione della variante di valico e ricominciare a guardare al futuro con quell’ottimismo e soprattutto con quella concretezza che sono fondamentali per la rivalorizzazione di un paese che vuole costruire un futuro di qualità e di sviluppo. “

Alessandro Santoni
SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here