San Benedetto Val di Sambro, scuole e trasporti rinnovati

Sono stati importanti gli interventi che l’Amministrazione comunale ha eseguito per migliorare gli spazi e i servizi a favore degli alunni, delle alunne e di tutto il personale scolastico.

0
210

Il rientro a scuola per gli studenti di San Benedetto Val di Sambro sarà anche quest’anno ricco di importanti novità: trasporto scolastico con mezzi più grandi, nuovo servizio di ristorazione e lavori su diversi plessi del territorio. “Abbiamo sempre detto e messo le nostre scuole al centro e con le novità introdotte per questo nuovo anno scolastico che sta per partire la nostra amministrazione prosegue un percorso importante, restituendo al territorio plessi scolastici e servizi comunali rinnovati. Anche quest’anno la scuola è pronta a ripartire in linea con le misure anti-Covid”, commenta il sindaco di San Benedetto Val di Sambro Alessandro Santoni, “mezzi più grandi per rispettare i distanziamenti ed estendere il servizio anche ali bambini di Pian del Voglio, un nuovo servizio di refezione che mette al centro qualità ed educazione alimentare, ed infine investimenti per lavori di miglioramento ed adeguamento dei plessi scolastici, tutto questo per essere pronti ad un nuovo ed importante anno scolastico. Un ringraziamento personale a nome di tutta l’Amministrazione Comunale agli uffici ed al Consigliere con delega alla scuola Davide Bernardoni, che ha lavorato ‘in prima linea’ nella riorganizzazione degli spazi e dei servizi, per garantire una riapertura delle scuole che sia la migliore possibile. Con il nuovo anno scolastico salutiamo, infine, il Dott. Paolo Calusi che va in pensione, ringraziandolo per tutto l’impegno e la collaborazione data in questi anni di lavoro congiunto e diamo un caloroso benvenuto al nuovo Dirigente scolastico Dott. Mauro Tatti, con il quale abbiamo già iniziato un lavoro di scambio e di cooperazione con l’intento di continuare a migliorare servizi strategici per la nostra comunità”.

Gli interventi realizzati per l’Anno scolastico 2021/2022 hanno interessato il rifacimento a norma dell’impianto elettrico della scuola dell’infanzia di Madonna dei Fornelli, la riqualificazione energetica nella scuola dell’infanzia di Piano del Voglio, l’adeguamento dell’impianto fognario nella scuola dell’infanzia di Monteacuto Vallese, l’ampliamento dell’area esterna del plesso di Piano del Voglio, il tutto per un importo di 105.000 €.

Nelle scuole primaria e secondaria del Capoluogo sono tuttora in corso importanti lavori di adeguamento sismico del fabbricato e della palestra per un importo di circa € 1.300.000. Con l’avvio della scuola i lavori proseguiranno in totale sicurezza per gli alunni e per tutto il personale scolastico, l’obiettivo per l’amministrazione comunale e di concludere i lavori nel corso del 2022.

Come per l’anno scolastico concluso, anche per l’a. s 2021-2022, si è lavorato molto per cercare di ridurre al minimo i disagi. Le maggiori spese sostenute dall’Amministrazione Comunale anche per quest’anno non graveranno economicamente sulle famiglie, anzi in alcuni casi le stesse hanno possibilità di usufruire la riduzione del costo dei servizi grazie alle recenti politiche familiari adottate.

Il servizio di trasporto che nel Comune può essere considerato di alta qualità, è confermato e rimodulato secondo le linee guida previste per la prevenzione da Covid 19. Due le novità, frutto del nuovo affidamento alla ditta Saca: pulmini più grandi che consentiranno di rispettare i limiti normativi imposti nonché di rendere ancora più confortevole e sicuro il viaggio di bambini e ragazzi, e la conseguente possibilità di estendere il servizio a favore dei bambini della materna di Piano del Voglio che fino ad oggi ne erano sprovvisti.

Ci saranno cambiamenti anche sulla refezione con il subentro della ditta Serenissima, sia in termini di varietà nel menù, reso possibile grazie al confronto ed alla collaborazione dei genitori degli alunni, che su progetti di educazione alimentare e contrasto allo spreco, nel pieno rispetto delle limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria.

 

 

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here