S.BENEDETTO VAL DI SAMBRO: Castel dell’Alpi, un lago sempre più bello e sicuro

Il comune di San Benedetto Val di Sambro, la Regione Emilia-Romagna, il Consorzio di Bonifica Hera e Seta, hanno rinnovato per il triennio 2022-2024 il Protocollo di Intesa di buone pratiche zootecniche con il quale si inizia una collaborazione stabile e mirata.

0
226

Dopo la passerella che unisce le sponde del lago di Castel dell’Alpi (uno degli ultimi interventi eseguiti negli anni), sono previsti altri lavori per rendere il bacino sempre più sicuro e più bello. Opere idrauliche che fanno parte del protocollo d’intesa che è stato rinnovato tra il comune di San Benedetto Val di Sambro, la Regione Emilia-Romagna, il Consorzio di Bonifica Hera e Seta. L’accordo triennale, 2022-2024, rinnova i reciproci impegni, assunti nel 2019, per l’attuazione di interventi idraulici di prevenzione che coinvolgono il lago di Castel dell’Alpi, il torrente Savena ed il rio degli Ordini, e che sono finalizzati a contrastare il processo di interramento del bacino stesso attraverso la manutenzione delle opere idrauliche ed operazioni di svuotamento programmati delle aree di pre-lago, per ovviare ai conseguenti problemi di sicurezza.

Come per il precedente accordo, anche questo vede operare assieme ai due Enti anche il Consorzio di Bonifica Renana, HERA S.p.A. e la società Seta S.r.l. che gestisce la mini-centrale idroelettrica posta a valle del lago.

Il Consorzio della Bonifica Renana, invece, continuerà a svolge compiti di progettazione ed esecuzione degli interventi. Questo rinnovo darà dunque la possibilità di predisporre interventi manutentivi triennali di gestione del bacino, in collaborazione con i servizi tecnici regionali sulla base di un programma di interventi concordato, che verrà sviluppato tenendo conto dei prossimi interventi di svuotamento e che andrà ad individuare le tipologie di interventi manutentivi necessari, costi e frequenza delle lavorazioni.

Al fine di dare attuazione al presente Protocollo, la Regione si impegna a farsi parte attiva nel reperimento delle risorse necessarie a concorrere alla finalità del presente Protocollo fornendo comunque il proprio supporto alla progettazione ed esecuzione degli interventi. Il Comune si impegna a compartecipare alla realizzazione degli interventi proposti con risorse finanziarie proprie pari ad euro 10.000 all’anno. Il Consorzio si impegna a progettare ed eseguire gli interventi compartecipando alla realizzazione degli interventi proposti con risorse finanziarie proprie pari ad euro 30.000 all’anno. Le società HERA e SETA si impegnano a compartecipare alla realizzazione degli interventi proposti nell’ambito del presente Protocollo per un importo annuo di euro 10.000 ciascuno.

Il sentiero “Mater Dei” costeggia il lago

 

Come spiega il Sindaco di San Benedetto Val di Sambro, Alessandro Santoni: “Attraverso il presente Protocollo di intesa, la Regione, il Consorzio, HERA, SETA ed il Comune confermano la necessità e dunque l’impegno di stabilire una collaborazione istituzionale finalizzata al coordinamento ed alla migliore efficacia ed economicità degli interventi di manutenzione da realizzarsi nel tratto del torrente Savena a monte e a valle del lago di Castel dell’Alpi, nonché nel lago stesso, attraverso la definizione di azioni sinergiche volte a garantire la mitigazione del rischio idraulico. E soprattutto condividono la necessità di interventi frequenti e programmati che saranno utili per evitare quanto più possibile gli accumuli di materiale all’interno del bacino”.

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here