VERGATO: Il Comune diventa Socio della Fondazione per la Vittime dei reati

0
170

 

Dal 28 aprile 2021 il Comune di Vergato è diventato ufficialmente un socio aderente della Fondazione emiliano-romagnola per le vittime dei reati, che opera sul territorio regionale dall’anno 2004 con lo scopo di intervenire a favore di vittime colpite da crimini dolosi di maggiore gravità, come danni gravissimi alla persona (beni morali e materiali, come vita, integrità fisica, libertà morale e sessuale) o morte.

Il neo accolto Comune di Vergato diventa così il secondo Ente aderente alla fondazione nella provincia di Bologna dopo il Comune di Imola. Un evento storico, frutto di un’attenta e forte collaborazione con il Primo Cittadino di Vergato, il Sindaco Giuseppe Argentieri, e la Comandante della Polizia Locale di Vergato, la Dott.ssa Elena Corsini.

 “Abbiamo aderito alla Fondazione emiliano-romagnola per le vittime dei reati con convinzione, in quanto riteniamo che ogni realtà che agisce su questo tema e tutte le azioni mosse a riguardo debbano essere concretamente sostenute e supportate. Un tema così importante non può più essere minimizzato o sottovalutato, e necessita pertanto di presenza e di assunzione di responsabilità da parte delle Istituzioni, affinché le vittime di questi reati abbiano forza e aiuto per poterli denunciare. Vittime che spesso vivono sentimenti di auto colpevolezza, pudore o timidezza. Inoltre l’Amministrazione comunale aveva già lavorato e collaborato concretamente nei mesi scorsi con la Fondazione per un caso che aveva visto coinvolto il paese. Un atto dunque di responsabilità doveroso che abbiamo scelto di fare sia come Ente, sia come singole persone”  ha affermato il Sindaco Giuseppe Argentieri.

Il Sindaco Giuseppe Argentieri e la Comandante Elena Corsini

“Alcuni mesi fa, insieme al Sindaco Argentieri, abbiamo aiutato una ragazza del Comune ad ottenere un sostengo economico da parte della Fondazione, a seguito di una violenza sessuale subita. Abbiamo toccato con mano l’agilità e l’immediatezza dell’erogazione del contributo e diventare soci aderenti ne è stata quasi una diretta conseguenza a quell’aiuto richiesto. Un sostegno peraltro ottenuto in tempi davvero rapidi, grazie alla concretezza della Fondazione stessa. Con tanta emozione, ho partecipato nella mattinata odierna alla prima assemblea dei soci assieme al Sindaco, consapevole che questa adesione rappresenti un ulteriore passo nella creazione di una rete tra diversi livelli di governo che spesso sono chiamati a intervenire e garantire assistenza e protezione alle vittime di reati.”  ha concluso invece la Comandante Elena Corsini.

 

 

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here