Casalecchio, bonifica ordigno bellico all’Hotel Calzavecchio, oltre 6.000 persone da evacuare

0
339

Immagine ordigno ok

 

Gli abitanti della zona interessata dovranno lasciare le abitazioni entro le ore 7,00 del mattino
Nello scorso mese di luglio è stato rinvenuto presso l’area di cantiere dell’Hotel Calzavecchio in ristrutturazione un ordigno di fabbricazione americana risalente alla seconda guerra mondiale del peso di circa 240 kg al cui interno sono contenuti circa 120 kg di tritolo.
Domenica 8 settembre 2013 avverranno le operazioni di bonifica dell’ordigno da parte del Genio Ferrovieri di Castel Maggiore BO.
In un raggio di 500 metri dal ritrovamento dell’ordigno (“danger zone”) la popolazione, costituita da oltre 6.000 residenti(di cui 965 over 75), dovrà essere evacuata.
In questi giorni è in distribuzione presso tutte le buchette postali delle abitazioni e degli esercizi commerciali interessati un volantino con l’indicazione di lasciare il proprio appartamento tra le 6,30 e le 7,00 del mattino di domenica 8 settembre e tutte le informazioni utili.
Gli operatori del Genio Militare saranno in 4 e, a evacuazione totale avvenuta, si presume intorno alle ore 8,00 circa, attiveranno a distanza delle speciali “chiavi” per disinnescare prima la spoletta anteriore poi quella posteriore. Una volta dispolettato, l’ordigno è in sicurezza e verrà trasportato in una cava di Pianoro per farlo brillare.
A partire dalle ore 7,15 la danger zone verrà transennata e sarà interrotta la viabilità pedonale e veicolare. Il rientro alle abitazioni avverrà solo a seguito della messa in sicurezza dell’ordigno e della successiva rimozione delle transenne da parte di chi presiede ai blocchi stradali: a partire dalle ore 7,30 occorreranno circa 3 ore, salvo complicazioni, prima di poter rientrare alle proprie case.
Tutta l’area interessata verrà presidiata da pattuglie anti-sciacallaggio di Polizia Municipale e Forze dell’OrdineCirca 130 volontari del Coordinamento comunale e provinciale di Protezione Civile staranno ai posti di blocco e, a partire dalle 6,30, suoneranno campanello per campanello per verificare che tutti siano usciti.
Dell’utenza fragile (allettati, anziani non autosufficienti, ecc.) si sta occupando InSieme, Azienda Consortile Interventi Sociali Valli del Reno Lavino Samoggia, in collaborazione con l’Azienda USL di Bologna.
L’intervento complessivo è coordinato dalla Prefettura di Bologna, ma gestito localmente dal Centro Operativo Comunale di Protezione Civile.
Ringraziamo fin d’ora tutti coloro che stanno organizzando questa complessa operazione”, sottolinea il Sindaco Simone Gamberini, “invitiamo i cittadini interessati dall’evacuazione a seguire le indicazioni riportate sul volantino organizzandosi per lasciare le proprie case entro le ore 7,00. L’Amministrazione comunale è a loro disposizione per gestire al meglio anche le situazioni più difficili. Ci auguriamo che tutto si risolva nel più breve tempo possibile per poter ripristinare anche le normali condizioni del traffico e della viabilità”.
MODIFICHE TRASPORTI E VIABILITÀ
I principali incroci in cui verrà istituito il blocco del traffico sono: Ronzani/Genova; Porrettana/Da Vinci; Calzavecchio/Leopardi; Bazzanese/Rotonda Biagi; Martiri della Libertà/Porrettana; Carducci/Porrettana; Lido/Venezia.
Sull’Autostrada A1, dall’avvio delle operazioni di dispolettamento (ore 8,00 circa) fino a cessate esigenze, verrà sospeso il traffico in carreggiata sud all’altezza dello svincolo A1/A14, in carreggiata nord all’altezza dell’area servizio Cantagallo. Si effettueranno blocchi dinamici: qualche chilometro prima del blocco una safety car accompagnerà gli automobilisti fino al blocco stradale. Anche in Tangenziale nord verranno inibite le uscite 1 e 2 per evitare l’accesso al casello di Casalecchio. Chi deve prendere l’A1 in direzione Milano potrà utilizzare il casello di Borgo Panigale.
Autobus e treni (linea ferroviaria Bologna – Porretta) rispetteranno il divieto di transito a partire dalle ore 7,30 fino a cessate esigenze.
Per chi deve andare in direzione Sasso Marconi (la mattina dell’8 settembre è in corso la “Fira di Sdaz”) verrà indicata una viabilità alternativa sul luogo.
PUNTO DI RACCOLTA: per le persone evacuate che necessitino di un ricovero temporaneo durante le fasi di messa in sicurezza dell’ordigno bellico è a disposizione l’UNIPOL ARENA in via Gino Cervi n. 2. Per chi non fosse in grado di raggiungere in modo autonomo tale luogo, viene garantito il trasporto con partenza presso il parcheggio di fronte all’Ufficio Postale di via Porrettana n.374 (area di ammassamento  “Parco Rodari’’).
ALTRE AREE DI RACCOLTA: i cittadini, in modo autonomo, potranno anche aspettare il termine delle operazioni di bonifica nei seguenti luoghi: Piazza del PopoloPiazza del Monumento ai CadutiCasa della Conoscenza (via Porrettana 360).
Per l’occasione, i seguenti centri commerciali apriranno anticipatamente alle ore 8,00:
Centro commerciale Meridiana (supermercato Esselunga e alcuni esercizi commerciali)
Centro commerciale Shopville Gran Reno (supermercato Carrefour e alcuni esercizi commerciali)
SALA STAMPA: dalle 6,30 di domenica 8 settembre sarà attiva una sala stampa presso la Sala Seminari della Casa della Conoscenza (via Porrettana 360). Verrà fatta anche una diretta twitter dell’evento (@CasalecchioNews).
Per qualunque richiesta di informazione o segnalazione di difficoltà da parte dei cittadini:
Comune di Casalecchio di Reno
Semplice Sportello Polifunzionale n. verde 800 011837 – tel. 051 598111
Giorni e orari di apertura:
Dal lunedì al venerdì 8 – 19, sabato 9 – 12 (escluso sabato 31 agosto)
Domenica 8 settembre: apertura a partire dalle 6,30
E – mail: semplice@comune.casalecchio.bo.it
www.comune.casalecchio.bo.it
Account twitter @CasalecchioNews

Tipo di ordigno:

DENOMINAZIONE: Bomba d’aereo GP HE USA da 500 lbs mod. AN-M 64

PESO COMPLESSIVO: 500 lbs (240 kg circa)

ESPLOSIVO: tritolo 267 lbs (120 kg circa)

SPOLETTE: di naso AN-M103, di coda AN-M101

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here