CASALECCHIO – Le iniziative per il Giorno della Memoria: “Sciesopoli – Fredde Camere – Stolpersteine”

0
282

 

 Proseguono le iniziative che l’Amministrazione comunale, con il coordinamento del Servizio Casalecchio delle Culture e in collaborazione con le associazioni del Tavolo di co-progettazione della Memoria Civile, propone a scuole e pubblico per il Giorno della Memoria,che il 27 gennaio di ogni anno ricorda le vittime dell’Olocausto e delle deportazioni nazifasciste.

 

Doppio appuntamento nel pomeriggio di venerdì 25 gennaio in Casa della Conoscenza (via Porrettana, 360) – Piazza delle Culture. Alle ore 17.00, un episodio poco noto di accoglienza nell’immediato dopoguerra è al centro della lettura-spettacolo “Sciesopoli. La colonia che salvò 800 bambini ebrei”, con i testi curati da Donatella Vanghi affidati al Gruppo “Legg’io”.

Nella località di Selvino, sulle Prealpi bergamasche, una colonia costruita per le vacanze dei giovani fascisti fu rilevata alla fine del 1945 da alcuni membri della Brigata Ebraica e utilizzata fino al 1948 per accogliere oltre 800 bambini e ragazzi ebrei sopravvissuti alla Shoah, per la maggior parte originari dell’Europa orientale. Proprio in quella che era chiamata la “casa di Mussolini”, grazie a Moshe Zei’ri, Teddy Beery e altri volontari ebrei e all’aiuto della popolazione locale, centinaia di orfani poterono riaffacciarsi a una nuova vita in terra di Israele, dopo aver attraversato gli orrori dei campi di sterminio.

Il Gruppo Legg’io, nato nel 2005 a Bologna, si dedica da allora alle letture ad alta voce in contesti diversi come biblioteche, teatri e case di riposo. Il gruppo, che in questi anni si è ampliato e ha continuato a perfezionarsi con un sistema di formazione permanente, ha al proprio attivo tra l’altro la registrazione di radiodrammi e di testi per il Centro Internazionale del Libro Parlato.

La lettura è organizzata da Associazione Amici della Primo Levi – Valle del Reno e Biblioteca C. Pavese, con ingressolibero e diretta streaming sul canale Youtube di Casa della Conoscenza, nel quale resterà successivamente disponibile la videoregistrazione.

 

A seguire, alle ore 18.00, il giovane musicista Luigi Bellino propone Fredde Camere, un recital pianistico con voce narrante in primaesecuzione assoluta dedicato alle vittime della barbarie nazifascista.

Le musiche composte dal giovane pianista si abbinano a testi di Anna Frank e Primo Levi per “un percorso che si muove attraverso diversi luoghi evocativi, sia fisici che figurati”, rievocando attraverso il potere della memoria “camere fredde, cioè assenti di vita, come lo erano i corpi gracili e scheletrici dei deportati, privati di ogni umanità”.

Luigi Bellino (nella foto sotto), irpino di nascita, è maestro di pianoforte, organista, direttore artistico e compositore. Ha pubblicato 3 album di sue composizioni, “Anthos” (2016), “Empatia” (2017) e “Stati limitrofi” (2018), disponibili online su YouTube e Spotify. Attualmente è iscritto al II livello di composizione presso il Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna sotto la guida del Maestro Paolo Aralla, e insegna pianoforte presso l’Associazione Musicale Consonanze di Casalecchio di Reno.

Il recital è curato dall’Associazione Musicale Consonanze, sempre con ingresso libero.

Nella mattinata di sabato 26 gennaio, alle ore 10.30, un’iniziativa di memoria coinvolgerà studentesse e studenti del Collegio dei Ragazzi della Scuola secondaria di I grado “G. Galilei”, che in rappresentanza di tutte le classi della scuola si recheranno in Piazza del Popolo per ricordare Vanes De Maria e Giovanni Galli, i due partigiani casalecchiesi deportati nei campi di concentramento nazisti, e provvedere alla pulizia e manutenzione delle due “Stolpersteine” – Pietre d’Inciampo a loro dedicate, collocate in piazza (le prime nel territorio bolognese) nel gennaio 2018.

 

Le iniziative per il Giorno della Memoria 2019 a Casalecchio di Reno si concluderanno sabato 2 febbraio.

 

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here