CASALECCHIO: “Frequenze Partigiane” live con Arpad Weisz e il Littoriale

L'incontro con Matteo Matteucci chiude il programma per il Giorno della Memoria

0
187

 

Si concludono nei prossimi giorni le iniziative che l’Amministrazione comunale, con il coordinamento del Servizio Casalecchio delle Culture e in collaborazione con le associazioni del Tavolo di co-progettazione della Memoria Civile, ha proposto a scuole e pubblico per il Giorno della Memoria,che il 27 gennaio di ogni anno ricorda le vittime dell’Olocausto e delle deportazioni nazifasciste.

 

Sabato 2 febbraio alle ore 10.00, le “Frequenze Partigiane” di Radio Frequenza Appennino “occuperanno” Casa della Conoscenza (via Porrettana, 360) – Piazza delle Culture per l’incontro sul graphic novelArpad Weisz e il Littoriale, con l’autore Matteo Matteucci.

La rubrica “Frequenze Partigiane”, curata da Manuel ed Enrico, nasce nel 2015 ed ha all’attivo ormai 42 puntate. Il focus del format è la storia della Resistenza; la sfida vera è infatti quella di parlare di antifascismo e memoria in maniera nuova, sfruttando le potenzialità del web. Per l’occasione, Radio Frequenza Appennino registreràdal vivo l’incontro tra Matteucci e studentesse e studenti del Liceo “L. da Vinci” di Casalecchio di Reno. Al centro, naturalmente, Arpad Weisz e il Littoriale (Minerva, 2017), il volume che attraverso le illustrazioni di Matteucci narra la vicenda dell’allenatore ebreo ungherese che portò il Bologna FC allo scudetto nel 1936 e nel 1937, nel modernissimo stadio inaugurato da Mussolini nel 1927, e che le leggi razziali, nella “gelida estate” del 1938, costrinsero a emigrare in Francia e poi nei Paesi Bassi, da dove nel 1942 le forze di occupazione naziste lo deportarono con la famiglia ad Auschwitz per un viaggio senza ritorno: una storia rimasta dimenticata per decenni, fino al 2007 e alla ricostruzione storica compiuta da Matteo Marani nel libro Dallo scudetto ad Auschwitz. Il 25 gennaio 2018 il Comune di Bologna ha intitolato all’allenatore la curva ospiti dello Stadio Dall’Ara, ora denominata “Curva Madonna di San Luca – Arpad Weisz”.

L’appuntamento, curato da Radio Frequenza Appennino e Liceo “L. da Vinci”, è a ingresso libero fino ad esaurimento posti.

 

Matteo Matteucci è nato a Bologna nel 1974. Dopo gli studi al Liceo Artistico e all’Accademia di Belle Arti, ottiene la cattedra di discipline pittoriche nei licei “Olivieri” di Brescia, “Serpieri” di Rimini, “Fellini” di Riccione e “Arcangeli” di Bologna. Per Minerva ha illustrato nel 2011 il libro Bologna Soccer e nel 2018 il volume Renata Viganò. Con parole sue. Arpad Weisz e il Littoriale, il suo primo graphic novel, ha vinto il secondo premio nella sezione Saggistica dei Premi Letterari e Giornalistici 2018 del CONI; dalle tavole sono stati estratti una mostra, esposta al Museo Ebraico di Bologna nei primi mesi del 2018, e una graphic animation recentemente trasmessa da èTV.

Radio Frequenza Appennino è una web radio nata nel 2009, e divenuta associazione nel 2015, che trasmette programmi musicali e contenuti originali per raccontare le tante sfaccettature dell’Appennino Bolognese come realtà viva e ricca di cultura. Con il progetto RFLab organizza laboratori e seminari sui differenti ambiti della radiofonia e attività di comunicazione istituzionale. Nel 2018 Frequenza Appennino si è aggiudicata il contributo speciale Fondazione del Monte entro la 6° edizione del bando “Incredibol! – L’innovazione creativa di Bologna”.

 

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here