CASALECCHIO: Intitolazione della rotatoria Porrettana/Micca a Francesca Laura Morvillo

0
455

 

 

Sarà intitolata a Francesca Laura Morvillo, magistrato, uccisa nel 1992 nella strage di Capaci insieme al marito, il giudice Giovanni Falcone, e alla scorta, la rotatoria fra via Porrettana e via Micca. La cerimonia si terrà sabato 23 marzo, alle ore 11.30, presso il centro sociale San Biagio (via Micca 17). A seguire, verrà scoperta la targa a lei dedicata presso la rotatoria Porrettana/Micca.

 

Parteciperanno Massimo Bosso, Sindaco di Casalecchio di Reno, Paolo Nanni, Assessore alla Sicurezza, Giuseppe Colonna, Presidente della Corte d’Appello di Bologna, Valter Giovannini, Sostituto Procuratore Generale – che sostituisce il Procuratore Generale Ignazio De Francisci impossibilitato a intervenire – Adriana Nicolina Rosaria Cogode, Viceprefetto, Colonnello Pierluigi Solazzo, Comandante provinciale dei Carabinieri, i familiari di Francesca Morvillo, autorità civili e forze dell’ordine.

 

L’evento”, sottolinea il sindaco Massimo Bosso, “rientra nella scelta della Giunta comunale di intitolare le rotatorie realizzate su via Porrettana a figure femminili di spicco sul piano locale, nazionale e internazionale. Ricordo le precedenti intitolazioni della rotatoria Porrettana/Marconi alla giornalista Ilaria Alpi nel 2014, mentre dallo scorso 9 marzo la rotatoria Porrettana/Fattori porta il nome di Tommasina Giuliani, primo assessore donna di Casalecchio.

L’intitolazione a Francesca Laura Morvillo afferma la volontà da parte dell’Amministrazione comunale di evidenziare anche attraverso questo atto simbolico il costante impegno in favore della legalità, nella lotta contro la corruzione e contro ogni fenomeno mafioso.

Ringrazio infine i familiari di Francesca Morvillo, i rappresentanti dello Stato, della Magistratura e delle Forze dell’Ordine che saranno con noi sabato per testimoniare l’importante figura di questo magistrato”.

 

Francesca Laura Morvillo

Francesca Laura Morvillo (1945 – 1992) nasce a Palermo, si laurea giovanissima in Giurisprudenza, con il massimo dei voti e la lode accademica dopo un corso di studi eccellente. Come il padre prima e il fratello poi, decide di entrare in magistratura ricoprendo nella sua carriera le funzioni di giudice del tribunale di Agrigento, sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Palermo, Consigliere della Corte d’Appello di Palermo e di componente della Commissione per il concorso di accesso in magistratura. Nel 1986 sposa il giudice Giovanni Falcone.

Il 23 maggio 1992 muore accanto al marito e agli agenti della scorta – Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro – nell’attentato esplosivo compiuto da Cosa Nostra che fa saltare il tratto di autostrada A29 nei pressi di Capaci (PA) che stavano percorrendo in auto.

 

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here