CASALECCHIO – Concorso Rigenerazione urbana Garibaldi: il progetto vincitore

Come e quando cambierà l'area tra l'ex Poliambulatorio e via Cavour

0
649

Premiazione progetto “Rigenerazione urbana Garibaldi”

 

 

Si è svolta martedì 26 marzo, presso la Casa della Conoscenza – Spazio La Virgola, la presentazione/premiazione del progetto vincitore e degli altri progetti premiati per il concorso di progettazione “Rigenerazione urbana Garibaldi”, relativo agli spazi pubblici dietro l’ex poliambulatorio Garibaldi compresi tra le vie Garibaldi, Cavour e Mameli a Casalecchio di Reno.

Dopo una prima fase di percorso partecipato che ha individuato gli elementi per la riqualificazione dell’area, il concorso ha sottoposto i 19 progetti presentati a una preselezione affidata a una giuria tecnica; la scelta tra i 5 progetti selezionati è stata invece demandata a una giuria popolare con 35 partecipanti tra cittadine e cittadini e rappresentanti di categorie interessate. Questa giuria ha decretato come vincitore il progetto presentato dagli ingegneri Giacomo Rubin e Tommaso Grassi e dagli architetti Gabriele Cavoto e Sara Malagoli, che sono stati premiati dalle autorità locali e da Pier Giorgio Giannelli, presidente dell’Ordine Architetti di Bologna.

Premiati anche il progetto presentato dagli architetti Oscar Ravazzi, Federica Ravazzi ed Elena Dorato (secondo posto) e quello proposto dagli architetti Leonardo Tedeschi, Luca Vandini e Annalaura Ciampi e dagli ingegneri Andrea Ferraresi e Antonio Galotto (terzo posto). Una menzione speciale della giuria tecnica “per il valore evocativo e di suggestione della composizione” è poi andata al progetto degli architetti Alberto Corrado, Francesca Zalla e Giacomo Infelise.

 

Il progetto vincitore

Elemento distintivo del progetto scelto è la “linea”, una sequenza di pali metallici bianchi di altezza variabile che distingue in modo visibile, senza separarle come un confine, la viabilità e gli stalli di sosta lungo via Cavour dalla nuova area che, con la pedonalizzazione di via Mameli e la connessione con l’ingresso delle scuole “G. Marconi”, si propone come spazio pubblico “interconnesso aperto e contaminato” in una zona nevralgica della città.

Il nuovo spazio pubblico prevede verso sud e verso ovest un prato attrezzato e una area gioco permeabile, mentre a nord e a est, verso le strade e gli edifici riqualificati a partire dall’ex poliambulatorio, sorgeranno un teatro con una gradinata sopraelevata che sfrutta l’inclinazione della rampa diretta ai parcheggi sotterranei, una piazza e un’area sport, pensati per garantire una continuità urbanistica con l’area verde della “ex Mantel” dall’altro lato di via Garibaldi.

Dopo la progettazione definitiva/esecutiva affidata agli estensori dell’attuale progetto preliminare di massima, la sua realizzazione, con appalto a evidenza pubblica, sarà a carico dei soggetti titolari della riqualificazione dell’edificio dell’ex poliambulatorio di via Garibaldi. L’inizio dei lavori è prevedibile già per l’estate 2019, e si può ipotizzare che il nuovo spazio pubblico possa essere reso disponibile alla cittadinanza entro 2 anni.

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here