Doc in Tour : 5 proiezioni a Casalecchio per la rassegna regionale di “cinema del reale”

0
201

Casa della Pace

 

Casalecchio di Reno rientra per l’undicesimo anno consecutivo tra le città che ospitano le proiezioni gratuite dei documentari di “Doc in Tour”, la rassegna della Regione Emilia-Romagna che promuove il “cinema del reale” prodotto e girato nel territorio regionale (e spesso premiato a livello nazionale).

Come già nell’edizione 2018, i documentari arrivano in autunno in spazi come biblioteche, teatri e centri giovanili e culturali, dopo aver toccato le sale cinematografiche nel periodo primaverile: a Casalecchio 4 appuntamenti sono in programma in Casa della Conoscenza (via Porrettana, 360) – Piazza delle Culture e uno presso la Casa per la Pace “La Filanda” (via Canonici Renani, 8), sempre a cura della Biblioteca C. Pavese e con ingresso libero.

 

La rassegna parte giovedì 17 ottobre alle ore 21.00 in Casa della Conoscenza con la proiezione di Pentcho (2018 – 80′) di Stefano Cattini, che ricostruisce una pagina quasi surreale della Seconda Guerra Mondiale: la storia di 514 ebrei che nel 1940, su un vecchio battello fluviale di Bratislava, affrontarono un rocambolesco viaggio per sfuggire al nazismo e raggiungere la Palestina, navigando lungo il Danubio e affrontando il mare aperto fino all’Egeo – dove anche la Marina Militare Italiana fu coinvolta nel loro salvataggio da un prevedibile naufragio. Il documentario, che ricostruisce l’incredibile viaggio del Pentcho con testimonianze dei sopravvissuti, ha vinto nel 2018 il Premio “Imperdibili” del Festival dei Popoli di Firenze.

 

Un appuntamento speciale è in programma nel pomeriggio di martedì 22 ottobre, sempre in Casa della Conoscenza. Alle ore 17.30 l’incontro “I mestieri delle donne” vedrà un confronto su lavoro, genere e politica tra tre assessore del Comune di Casalecchio di Reno: Concetta Bevacqua (Risorse, Infanzia e scuola, Pari Opportunità), Barbara Negroni (Qualità dell’ambiente e del territorio) e Simona Pinelli (Culture e Nuove generazioni).

A seguire, alle ore 18.15, sullo schermo un mondo particolare dell’impegno lavorativo al femminile come quello delle donne dedite alla pastorizia nell’Italia di oggi, descritto da Anna Kauber in In questo mondo (2018 – 97′). Un viaggio in Panda a metano tra monti e vallate di Alpi e Appennini per immergersi nella quotidianità di cura continua delle pastore, tra difficoltà e soddisfazioni, per un documentario partito da un crowdfunding e arrivato al premio “Italiana.doc” del Torino Film Festival 2018, con la motivazione “un film immersivo che rende le immagini corporee e ci contagia con i segni di un rapporto vivo e appassionato al mondo”.

 

Giovedì 31 ottobre alle ore 21.00, in Casa della Conoscenza, la proiezione di Scuola in mezzo al mare (2018 – 73′) di Gaia Russo Frattasi propone un altro sguardo su una quotidianità poco nota, quella delle famiglie dell’isola di Stromboli, ammaliante e amata dai turisti in estate, ma segnata dalla solitudine per il resto dell’anno, quando il maltempo, bloccando gli aliscafi dalla Sicilia che portano ogni giorno le maestre, obbliga le scuole a chiudere anche per intere settimane. Carolina, con i suoi tre figli, resiste a un destino di emigrazione, e con l’associazione “Scuola in mezzo al mare” trova nuove modalità didattiche, e di intrattenimento, per adeguarsi alla condizione di vita insulare.

 

Ancora in Casa della Conoscenza, e ancora il documentario di una regista, giovedì 14 novembre alle ore 21.00 con La mia casa e i miei coinquilini (il lungo viaggio di Joyce Lussu) (2018 – 56′) di Marcella Piccinini. Girato interamente in pellicola e con materiali d’archivio, attraversato dalla suggestiva voce narrante di Maya Sansa, il film rievoca alcuni periodi della figura della scrittrice, poetessa e partigiana scomparsa nel 1998: la lotta al fascismo condotta in esilio dalla fine degli anni ’30, l’impegno femminista e anticolonialista, il lavoro di traduzione, tutto filtrato dagli spazi della casa di Joyce a Fermo, nelle Marche.

 

L’ultimo appuntamento casalecchiese con “Doc in Tour” è per giovedì 21 novembre alle ore 20.30 in Casa per la Pace, per il documentario Strange Fish (2018 – 52′) di Giulia Bertoluzzi, menzione speciale della giuria al Festival Internazionale del Documentario Visioni dal Mondo di Milano nel 2018: l’impegno e l’umanità dei pescatori di Zarzis, nel sud della Tunisia, “anonimi eroi” che dagli inizi del 2000 hanno salvato migliaia di vite in mare – e ad almeno altrettanti “strani pesci”, corpi restituiti dal mare, hanno dato sepoltura. La proiezione, in collaborazione con Percorsi di Pace, rientra nella XV edizione di Politicamente Scorretto.

 

“Doc in Tour”, la prima e ormai storica rassegna ideata in Italia sul cinema documentario, è organizzata da Regione Emilia-Romagna, FICE (Federazione Italiana Cinema d’Essai) Emilia-Romagna, D.E-R – Documentaristi Emilia-Romagna e Progetto “Fronte del Pubblico” della FondazioneCineteca di Bologna, e giunge nel 2019 alla tredicesima edizione. La “ripresa autunnale” della rassegna propone 9 titoli, in 43 proiezioni, che si aggiungono alle 101 dell’edizione primaverile nelle sale, in tutta la Città metropolitana di Bologna.

 

 

Cordiali saluti

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here