CASALECCHIO DI RENO (BO): Arrestato dai Carabinieri per resistenza, oltraggio e maltrattamenti in famiglia

0
290

 

I Carabinieri della Stazione di Casalecchio di Reno (BO) hanno arrestato un trentottenne italiano per resistenza e oltraggio a un pubblico ufficiale, rifiuto d’indicazione sulla propria identità personale, maltrattamenti in famiglia e danneggiamento aggravato.

E’ successo alle ore 21:00 di ieri, quando la Centrale Operativa del Comando Provinciale Carabinieri di Bologna ha ricevuto la telefonata di una donna che chiedeva aiuto perché il suo compagno e convivente stava distruggendo l’appartamento a causa di un raptus di gelosia. Appresa la notizia, i Carabinieri della Stazione di Casalecchio di Reno (BO) si sono precipitati a casa della richiedente e quando sono entrati, hanno trovato l’abitazione completamente a soqquadro, acqua sparsa ovunque e diverse stoviglie rotte sul pavimento. E’ stata la donna, trentatreenne italiana, ad aprire la porta ai militari, informandoli che il compagno, smaltito il raptus, era andato a dormire.

Alla vista dei Carabinieri che sono entrati in camera, l’uomo, che si trovava nudo sul letto, ubriaco e pieno di lividi, dovuti ai pugni e alle testate che aveva dato sui mobili durante il raptus, li ha aggrediti verbalmente, con frasi del tipo “Che cazzo volete? Voi siete due merde. Se vi levate la divisa vi faccio vedere come finisce oggi, merde!”, rifiutandosi di esibire i documenti di identità e opponendo resistenza.

Tratto in arresto per i citati reati, l’uomo è stato tradotto in carcere, a disposizione dell’autorità giudiziaria. Trasportata d’urgenza al Pronto Soccorso, la trentatreenne, è stata visitata e riscontrata affetta da un trauma cranico guaribile in quindici giorni. Ai Carabinieri che sono andati a trovarla, la donna ha riferito: “Fortunatamente la vostra presenza ha scongiurato il peggio e sono sicura che se non foste arrivati subito la sua rabbia l’avrebbe scontata con me…” […] “Ho paura di tornare a casa anche perché sono certa che se il ****** dovesse tornare sarei una donna morta…”.

Foto CC Bologna – Stazione Carabinieri Casalecchio di Reno (BO)

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here