SASSO MARCONI: “Frontisti”, il Comune invita alla manutenzione

0
246

FRONTISTI

Provvedimenti e sanzioni per chi risulterà inadempiente

Come stabilito dal Codice della Strada, la manutenzione degli alberi e delle scarpate ai confini con le strade pubbliche è a carico dei legittimi proprietari (frontisti). I frontisti sono dunque tenuti a provvedere al taglio delle piante che possono limitare la visibilità o cadere sulla sede stradale, a maggior ragione nel periodo invernale, quando rami e alberi – spezzandosi per il vento o sotto il peso della neve – cadono pericolosamente sulle strade pubbliche, creando gravi inconvenienti ai cittadini.

Dato che l’inosservanza di questi doveri arreca gravi disagi alla collettività, il Sindaco di Sasso Marconi, Stefano Mazzetti, ha dato disposizione agli uffici comunali e alla Polizia Municipale di individuare le inadempienze e applicare le sanzioni previste. Una nuova fase di controlli “mirati” è prevista nei prossimi giorni. Invitiamo pertanto i frontisti che ancora non lo avessero fatto, ad adempiere tempestivamente agli obblighi imposti dalla legge.

Ecco tutte le informazioni necessarie:

Con l’inverno torna d’attualità il problema di rami e alberi che, spezzandosi per il vento o sotto il peso della neve, cadono pericolosamente sulle strade pubbliche, creando gravi inconvenienti ai cittadini.

Come stabilito dal Codice della Strada (Art. 29 e 31 del Dlgs 30/4/1992, n. 285), la manutenzione degli alberi e delle scarpate ai confini con le strade pubbliche è a carico dei legittimi proprietari (frontisti) che sono dunque tenuti a provvedere al taglio delle piante che possono limitare la visibilità o addirittura cadere sulla sede stradale, rischiando di causare danni a persone o cose, ritardando l’intervento dei mezzi sgombraneve e provocando, in alcuni casi, l’interruzione del transito veicolare.

Dato che l’inosservanza di questi doveri arreca gravi disagi alla collettività, il Sindaco di Sasso Marconi, Stefano Mazzetti, ha dato disposizione agli uffici comunali e alla Polizia Municipale di individuare le inadempienze e applicare le sanzioni previste. Con la possibilità inoltre di recuperare dai frontisti responsabili i maggiori oneri sostenuti per la rimozione degli eventuali alberi caduti sulla sede stradale e per il ripristino della circolazione.

Una nuova fase di controlli “mirati” è prevista nei prossimi giorni. L’invito che rivolgiamo ai frontisti che ancora non lo avessero fatto, è dunque quello di adempiere tempestivamente agli obblighi imposti dalla legge, prima che pioggia, vento e neve possano creare gravi disagi o pericolo per tutti i cittadini.

Ai frontisti spetta anche il compito di mantenere pulite ed efficienti le scoline a monte e a valle di quelle stradali, per raccogliere in modo corretto le acque piovane ed evitare così allagamenti e movimenti franosi pericolosi per la circolazione. La raccolta e regimazione acque superficiali è un preciso obbligo delle proprietà confinanti con le pubbliche vie, sancito dal Nuovo Codice della Strada e dal Regolamento di Polizia Forestale, e vale anche per i terreni incolti.

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here