CITTA’ METROPOLITANA: Presunti avvistamenti di lupi in Valsamoggia

Persiano: “Dagli accertamenti non risulta alcuna emergenza”

2
447

Warning: sizeof(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.renonews.it/home/wp-content/plugins/ad-injection/ad-injection.php on line 824

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.renonews.it/home/wp-content/plugins/ad-injection/ad-injection.php on line 831

Foto bologna2000
In merito alla presunta presenza di esemplari di lupo nel territorio del comune di Valsamoggia, evidenziata dalla consigliera metropolitana Marta Evangelisti e ripresa nelle scorse settimane da alcuni quotidiani, il consigliere delegato alla Polizia Locale Raffaele Persiano precisa che dagli accertamenti tecnici effettuati dagli agenti della Polizia locale della Città metropolitana e dalle testimonianze raccolte, non risulta alcuna “emergenza lupo”.
“La Città metropolitana – fa sapere Persiano – proseguirà le attività di prevenzione, vigilanza e informazione che le competono con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini e consigliare le misure e i dispositivi protettivi che si possono utilizzare per prevenire eventuali danni a coltivazioni e animali. In situazioni di potenziale pericolo per altri animali il Corpo della nostra Polizia Locale, se tempestivamente attivato, è preparato ad intervenire per allontanare in sicurezza il lupo come altre specie. 
Rispetto alle segnalazioni di avvistamenti di lupi in Valsamoggia – sottolinea Persiano – dagli accertamenti effettuati dagli agenti, è risultato che si trattava in realtà di volpi. Al di là quindi di leggende metropolitane ed equivoci nel riconoscimento dell’animale, spesso confuso con ibridi e cani inselvatichiti più pericolosi perché confidenti verso l’uomo, non ci sono quindi al momento motivi di reale pericolo per le persone. Ciò non deve comunque esonerare dal mantenere comportamenti precauzionali e prudenti in caso di contatto.
Ricordo inoltre – prosegue Persiano – che la sorveglianza e il monitoraggio della fauna selvatica sono trasversali alle Istituzioni preposte, ma è la Regione che in particolare concorre alla dotazione dei metodi preventivi e al risarcimento delle predazioni nelle Aziende agricole e zootecniche, previo sopralluogo/accertamento, nella immediatezza dei fatti, anche dei Servizi Veterinari della Azienda Sanitaria Locale.
È comunque intenzione della Città metropolitana incontrare prima possibile il neo nominato Assessore regionale per proseguire la collaborazione e pianificare le attività attinenti alla gestione della fauna”.
SHARE

2 Commenti

  1. Certo che confondere delle volpi per dei lupi lascia un po’ a desiderare sulla conoscenza degli animali . Giustamente, come è stato fatto osservare, per gli umani, ed anche per gli animali domestici, sono molto più pericolosi i cani rinselvatichiti. Non so quante persone così spaventate si siano mai incontrate faccia a faccia con un lupo, un vero lupo. A me personalmente, nella zona del Corno, è successo almeno tre volte ed ero solo. Chi se l’è data a gambe è stato il lupo. Non c’è stato verso di vederli tranquillamente a scrutarmi, niente, via di gran carriera nella macchia. Da tempo vado dicendo che l’animale più pericoloso ha due gambe e non è il canguro.

  2. Per una 2 volte ho avuto la fortuna del loro incontro, MERAVIGLIOSI ! NB: dipende dalla persona negativa-positiva. Null’altro.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here