Bcc Felsinea: La proposta della “LISTA DEI SOCI” capitanata da Andrea Rizzoli

0
646

Gherardo Nesti

 

La parola all’Avv. Nesti, candidato per il CdA

 

Avv. Nesti, insieme a Silvano Palmieri lei è chiamato a rappresentare i Comuni dell’Alto Reno all’interno del Consiglio di Bcc Felsinea, un bell’impegno visti i tempi!

E’ vero. Questa crisi ci sta però facendo riscoprire l’importanza della natura, dell’ambiente, dell’agricoltura, del “verde”, dell’acqua. E, nel contempo, di valori antichi come la solidarietà, la cooperazione e la cultura. Risorse che la nostra montagna ha da sempre. Si aggiunga che questa zona racchiude in un raggio di pochi Km. eccellenze imprenditoriali di livello nazionale e mondiale, segno di una vitalità e di una visione che pochi possono vantare. Dobbiamo unire le forze e superare la crisi in atto, derivante dalla recente pandemia. Una banca che si definisce territoriale può davvero fungere da volano finanziario per la ripresa di tutto il nostro territorio.

La campagna elettorale per queste votazioni si sta facendo incandescente, cosa può dire ad esempio a proposito di questa paventata fusione con Banca di Bologna?

Di mestiere faccio l’avvocato e penso di saper leggere ed interpretare un documento. A pagina 20 del Bilancio 2019, documento ufficiale, si legge testualmente che detta fusione “pur dimostrando la valenza del progetto, non ha poi trovato la definizione rispetto all’avvio di un percorso di aggregazione, la cui progettualità è, al momento sospesa”. Queste parole sono chiare e inequivocabili. E oggi ci vogliono far credere che “sospesa” equivalga ad “annullata”? A me sembra proprio di no. Per questo invito i soci ad una scelta decisa verso la nostra lista, capitanata dal Dott. Andrea Rizzoli e al cui interno vi sono ben due consiglieri e due sindaci che facevano parte del vecchio Cda. Questo vorrà significare qualcosa?

 

Forse ai soci interessa di più avere un buon servizio e mantenere le filiali anche su territori come i nostri, non pensa?

Ne sono assolutamente convinto! Bcc Felsinea offre un ottimo servizio e le nostre filiali vanno garantite e mantenute tutte, perché svolgono in tanti casi anche una funzione sociale sul territorio. E mi lasci dire che è il personale la vera ricchezza di questa banca, che è grazie ai dipendenti se i risultati del bilancio sono ottimi, che il Cda ha il dovere di salvaguardare tutti i posti di lavoro, evitando che, con le fusioni, questi vengano meno.

Ultima domanda: perché i soci dovrebbero votare la vostra lista?

Perché questa è nata dal basso, con la firma di oltre 800 soci che hanno capito che qualcosa non andava. Dal momento che questo notiziario è “on line” invito i lettori ad ascoltare le motivazioni di Giorgio Naldi del 10/6/2020. Quest’ultimo, già direttore della Cassa Rurale di Monterenzio, è uscito dal consiglio per formare questa nuova proposta. E ciò fa capire molte cose.

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here