Fare chiarezza

0
277

foto modenatoday

 

Una vicina di casa è stata investita sotto i portici dal solito ciclista a luci spente di notte e che si è dileguato. Anche il sottoscritto è stato investito sotto il portico di Via Nosadella appena uscito di casa, un paio di volte, fortunatamente senza danni e con ciclisti scomparsi. Prima di uscire dal portone bisogna accertarsi che non vi siano ciclisti in transito. Credo che il Alto Loco non abbiano ancora capito che la bici, come altri veicoli, sono mezzi MECCANICI . Non è importante il mezzo di propulsione, più o meno ecologico, quello che fa la differenza con i mezzi propulsivi dell’essere umano, gambe e braccia, è quello di essere una struttura meccanica. Il mezzo propulsivo può essere più o meno ecologico, gambe, motore elettrico, a combustione o altro, ma resta indiscusso che l’intero apparato è MECCANICO . Essere investito da una bici a batteria o da un ciclomotore dove sta la differenza ? Il primo sarà un investimento ecologico ed il secondo no, ma per l’investito ed infortunato sono bizantinismi assurdi. Una delle differenze sostanziali, invece, è che il ciclomotore nel 99% dei casi DEVE essere munito di luci e di targa e, quindi, facilmente individuabile e rintracciabile, mentre alla bici è consentito viaggiare senza luci, senza targa e in sensi vietati, contromano e attraversare con il rosso, oltre, ovviamente, a viaggiare spedita sotto i portici. Quando ero ragazzino era facile vedere carretti trainati da un asinello. Detti mezzi di trasporto, vado a memoria, dovevano avere la propria targa e, sotto il pianale, avevano un paio di lanterne a petrolio. Ebbene ? Un mezzo trainato da un asinello deve avere targa e luci, un veicolo guidato da un cretino no ? Domanda : ma il traino con un somarello non è ecologico ? Qui si sta, e da tempo, equivocando, fra sistema di propulsione e struttura del veicolo.

foto bolognatoday

 

Recentemente mi è successo di leggere che il modello per il traffico ciclistico sia l’Olanda, Paesi Bassi per la precisione, con tanto di foto di donne che pedalano con carrozzina piena di infanti. Sarei curioso di vedere dette madri-cicliste salire su per l’Osservanza o San Luca o altre strade del lato sud di Bologna compreso San Giovanni in Monte. Abitare in Via Rizzoli o Via Ugo Bassi necesse est ! Quando poi si parla dell’Olanda sarebbe opportuno raccontarla tutta e con precisione. Il governo dei Paesi Bassi aveva dato disposizioni per le quali ai veicoli a pedali fosse consentito viaggiare in sensi vietati ed altro. Dopo circa 350 morti, aveva capito che a monte di tutto vi è un problema chiamato IMPRINTING CULTURALE . Tutti noi, sin dalla nascita, apprendiamo e memorizziamo, che si viaggi sulla destra. Diviene una forma istintiva come per gli inglesi viaggiare a sinistra. Svoltare in una strada stando alla propria destra e trovarsi di fronte un qual si voglia veicolo che ti viene incontro, è un fatto anomalo e contrario all’imprinting ricevuto sistematicamente per anni. La cosa ebbe, anni fa, un risvolto tragico in Via Emilia Ponente dove si fece viaggiare gli autobus con direzione centro prima a destra e poi a sinistra o quasi. Una persona anziana perse la vita sbattendo contro l’autobus posto, diciamo, contromano. Saranno stati messi cartelli, indicazioni ed altro, ma questi non cancellano l’imprinting ricevuto. Lo sa benissimo chi, come me, si è trovato a guidare l’auto in Inghilterra o in Irlanda, che fin che si viaggia per una strada dritta si guida disinvolti, appena ci sono rotonde, incroci o manovre da fare, bisogna ripulire il cervello dal vecchio imprinting e cercare di fare molta attenzione a ciò che si fa e farsi guidare dalla ragione e non dalla abitudine. Con la speranza, spes ultima dea, che le nostre amministrazioni decidano di applicare il codice del strada ( che oggetto strano !) anche a chi viaggia utilizzando un mezzo ecologico qual è la bicicletta, vi saluto e, dovendo uscire di casa, prima di immettermi nel portico, mi sporgo un poco per vedere se non corro rischi di investimento “ecologico

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here