MARZABOTTO (BO): All’ex cartiera Burgo di Marzabotto inaugura Cellulosa

Venerdì 15 settembre l’apertura del primo spazio rigenerato

0
450

L’interno della cartiera

In occasione del trentacinquesimo anno di attività della Cooperativa Sociale Lo Scoiattolo verrà inaugurato venerdì 15 settembre alle 19:30 ‘Cellulosa’, alla presenza della sindaca di Marzabotto Valentina Cuppi, del sindaco della Città Metropolitana di Bologna Matteo Lepore e della cittadinanza.

 

“Questo è il primo spazio rigenerato dell’area dell’ex cartiera di Lama di Reno, abbandonata da anni, acquistata dal Comune grazie ai fondi del PNRR per il Piano integrato Bologna città della Conoscenza – afferma la sindaca di Marzabotto Valentina Cuppi -. L’intervento è stato fortemente voluto dal Comune di Marzabotto che ha messo a bando una zona per la quale non sarebbero stati sufficienti i fondi ottenuti per la rigenerazione. Con l’ intervento dello Scoiattolo partirà da subito la rivitalizzazione dell’ex Cartiera con attività culturali, una Bottega a km 0 e spazi per la formazione. Rappresenta in nuce la nuova vita della Cartiera”.

 

La Cooperativa Sociale Lo Scoiattolo, assegnataria di una parte degli spazi dell’ex Cartiera, ha rapidamente avviato i lavori di risanamento e rigenerazione degli ambienti dell’ex mensa, destinandoli a iniziative a favore della comunità e alla promozione del territorio.

 

L’inizio dei lavori

 

“Questo spazio sarà un luogo di inclusione, di accoglienza e di promozione umana – afferma il presidente della Cooperativa Lo Scoiattolo Nico Benetazzo -. In questo luogo persone con diverse abilità o fragilità, insieme agli educatori, si impegneranno nell’avviare e gestire una Bottega che sarà vicina alle famiglie e alle persone proponendo cibi sani, biologici, prodotti da piccole aziende del territorio e, per completare l’offerta, vari prodotti provenienti da altre cooperative sociali che operano sul territorio nazionale come risultato di storie di coraggio e di riscatto. In questo spazio avremo inoltre modo di fare animazione culturale attraverso spettacoli, musica e film. Vi sarà un’area dedicata alla formazione e all’incontro e un’Osteria Sociale dove trascorrere tempo insieme in serenità e allegria, assaggiando vini del territorio accompagnati da proposte semplici di cibi. Questo luogo potrà essere utilizzato anche per lavorare a distanza, come si usa oggi, in smart working usufruendo di un luogo piacevole, accogliente e gratuito. Ci saranno anche spazi destinati all’espressione teatrale e allo spettacolo. L’area esterna destinata a Mercato ospiterà il Meet Mercato Etico con alimenti biologici, oggetti artigianali di recupero e usato. La vita vince sempre e da ogni maceria può rinascere bellezza e benessere”.

 

Uff. Stampa Unione Comuni Appennino Bolognese

 

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here