Porretta, al via la terza edizione del Corso di educazione digitale Cna per i pensionati dell’Appennino

Sono tornati in cattedra gli studenti di informatica dell’Istituto Montessori Da Vinci Luisa Macario, Dirigente Scolastica della Scuola:“E’ un’iniziativa ormai consolidata, gli studenti la aspettano con entusiasmo” Cna Pensionati: “I corsi sono gratuiti per i nostri soci Ormai la digitalizzazione anche per i pensionati è un obbligo, ed è un loro diritto avere delle opportunità per accedere al digitale  senza dover affrontare ulteriori spese”

0
437

 Quindici pensionati seduti sui banchi di scuola. Quindici studenti di informatica a loro disposizione per dare una risposta ad ogni quesito sull’utilizzo di pc, smartphone e tablet. È partita a Porretta Terme la terza edizione del Corso di educazione digitale rivolto ai pensionati dell’Appennino, organizzato da Cna Pensionati Bologna in collaborazione con l’Istituto Montessori Da Vinci. Cna Pensionati ha una lunga tradizione di Corsi di educazione digitale, il prossimo anno partirà la decima edizione di quello organizzato alle Aldini Valeriani, anche per il Montessori Da Vinci ormai i corsi rappresentano una continuità che prosegue nel tempo.

Il corso nell’aula informatica dell’Istituto Montessori Da Vinci proseguirà tutti i mercoledì pomeriggio, per altre 6 lezioni, fino al prossimo gennaio. Docenti gli studenti del terzo e quarto anno dell’Istituto Tecnico, indirizzo informatica e telecomunicazione.

Per saperne di più: Cna Pensionati Bologna, numero verde 80082123 pensionati@bo.cna.it

I giovani che insegnano one-to one ai senior, un’inversione generazionale che per Cna Pensionati è ormai diventata una pratica consolidata in corsi che si focalizzano sugli utilizzi ormai fondamentali anche per i pensionati: come si videocomunica con amici e parenti, come si ordinano beni e servizi on line, come ci si collega con Spid a tutto l’universo della pubblica amministrazione digitale a partire dal Fascicolo Sanitario Elettronico. E come ci si può difendere dalle truffe informatiche che purtroppo non stanno risparmiando nemmeno il mondo dei più anziani

“È stata una grande soddisfazione avere iniziato nella nostra scuola ad organizzare i corsi di educazione digitale di Cna Pensionati – commenta Luisa Macario, Dirigente Scolastica dell’Istituto Montessori-Da Vinci –. Lo è ancora di più essere arrivati alla terza edizione, significa che l’iniziativa ormai è consolidata, le nostre ragazze e i nostri ragazzi la aspettano con grande entusiasmo, è una grande esperienza dare agli studenti la responsabilità di passare dal ruolo di discenti a quello di insegnanti. E si ribadisce il ruolo importantissimo che ha la nostra scuola, un vero presidio dello Stato, tanto più in una zona di ‘frontiera’ quale può essere la montagna”.

“Della digitalizzazione oggi non se ne può fare a meno, lo abbiamo capito da tempo –spiega Lorenzina Falchieri Presidente Cna Pensionati Bologna -. Continuare a proporre questi corsi, sia a Bologna che in montagna e speriamo anche in tanti altri punti dell’area metropolitana, dimostra come Cna Pensionati rappresenti oggi un vero presidio per i senior che devono affrontare le difficoltà del digitale. Il percorso formativo dei nostri corsi del resto sono tagliati su misura per ogni singolo allievo senior e genera una migliore comprensione delle diverse tecniche informatiche e una grande empatia tra  due generazioni che imparano vicendevolmente una dall’altra e guardano al futuro”.

“Questo corso al Montessori Da Vinci porta molte novità alla nostra decennale formazione digitale per i senior – commenta Marisa Raffa, Segretario Cna Pensionati Bologna -. Il corso è gratuito, riservato ai soci di Cna Pensionati e altri possessori di tessere Cnaai quali viene chiesto solo un piccolo contributo volontario come riconoscimento alle spese della scuola. Crediamo che questa sia la direzione giusta, ormai la digitalizzazione per i pensionati è diventata praticamente un obbligo ed è un loro diritto avere delle opportunità per accedere al digitale senza dover affrontare ulteriori spese”.

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here