CICLISMO – GIRO D’ITLIA: All’Aprica vince il ceco Jan Hirt

In classifica non cambia quasi nulla

0
73

Jan Hirt

 

È il primo tappone della terza e ultima settimana, è il tappone che richiama il passato, feste mitiche in un tempo non remoto, la nascita di un campione indimenticato, dal grande coraggio e dalle imprese incredibili.

Si passa sul Mortirolo, si scende a Teglio si sale sul Santa Cristina e si arriva ad Aprica. Le montagne di Pantani infiammano sempre cuori e menti degli appassionati e le gambe di chi deve correrle.

Sull’Aprica vince la fuga di giornata e della fuga vince chi l’ultima volta quassù era arrivato secondo dietro ad un indomabile Giulio Ciccone.

Vince Jan Hirt della Intermache Goubert di Bini e Domenico Pozzovivo. Vince a braccia alzate staccando tutti i suoi compagni avventurieri e andandosi a prendere quella tappa che diventata un incubo è ora sogno realizzato.

Tra i Generali non cambia quasi nulla. Hindley e Landa attaccano Carapaz ma non gli fanno male, si mostrano più in palla, soprattutto l’australiano, ma non riescono a fare differenza. Unica differenza la volata vinta da Jai che toglie altri 4 secondi alla maglia Rosa e si porta a soli 3 secondi da lei. Carapaz in questo momento è in Rosa grazie al traguardo volante di San Giovanni in Persiceto. L’australiano gioca con i secondi come due anni fa quando arrivò secondo, pari merito, l’ultima tappa con Theo Geoghegan Hart che vinse il Giro nella cronometro di Milano.

Dei Generali soffre Nibali che perde qualche secondo ma si gestisce alla grande. Vincenzo fa capire di avere le batterie che cominciano ad essere scariche, verità o bluff?

Cade, si rialza, perde posizioni, le rimonta e torna tra i Generali il solito incredibile Pozzovivo. “La mia Carriera è così…”, dice Sconsolato con un velo di tristezza sul viso. Non riesce a finire un Giro con tranquillità, non è detto che riesca a finire questo, stamattina valuterà il da farsi.

Noi tifiamo per lui, vecchio grande ciclista.

 

foto da Facebook

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here