Camungano, cittadinanza onoraria al Milite Ignoto

L’onorificenza sarà consegnata sabato 24 luglio alle 10 dal sindaco Marco Masinara

0
2601

 

Il 24 luglio con una cerimonia solenne il sindaco di Camugnano, Marco Masinara, consegnerà l’onorificenza della Cittadinanza Onoraria al Milite Ignoto nel centenario della sua traslazione al Sacello dell’Altare della Patria (4 novembre 1921 – 4 novembre 2021). L’iniziativa si svolgerà alle ore 10:00, rispettando le regole anti Covid-19 attualmente in vigore, presso la Sala del Consiglio sita nel Municipio comunale di Piazza Kennedy, alla presenza delle Autorità comunali e delle associazioni del territorio. La pergamena, che attesta la concessione della ” Cittadinanza Onoraria” al Milite Ignoto, sarà assegnata alla Compagnia Carabinieri di Vergato nella persona del suo comandante Capitano Nicola Carrera.

L’Amministrazione comunale con questa iniziativa intende interpretare i sentimenti della propria comunità, nell’ambito delle attività legate alla commemorazione del centenario del Milite Ignoto accogliendo la proposta del Gruppo delle Medaglie d’Oro al valor Militare.

Dopo la conclusione del primo conflitto mondiale, nel corso del quale persero la vita oltre 650.000 militari italiani, venne istituita la commemorazione del Milite Ignoto con la legge n.1075 che Parlamento italiano approvò l’11 agosto 1921 con la quale fu disposta la sepoltura in Roma, sull’Altare della Patria, della salma di un soldato ignoto caduto sul fronte della guerra. La commissione appositamente costituita, per l’individuazione dei resti mortali del militare che sarebbe diventato il Milite Ignoto, fece di tutto affinché non fosse possibile individuare la provenienza territoriale del Caduto prescelto e neppure il reparto o la stessa forza armata di appartenenza, in quanto l’unico requisito inderogabile richiesto doveva essere quello della sua italianità.

Questo elemento di genericità permette, ancora oggi, a tutti gli italiani di identificare un proprio caro, disperso in guerra, in quel militare sconosciuto che il 4 novembre 1921 fu, con cerimonia solenne, tumulato presso il sacello dell’ altare della patria, al Vittoriano elevandolo ad espressione dell’ immane Sacrificio di  innumerevoli vite sacrificate nella Grande Guerra e che con la vittoria completò l’Unità d’Italia creando le fondamenta al concetto stesso di Patria e Coscienza Nazionale.

 

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here