Vergato, riapre il MuseOntani

All’interno del museo si trovano circa 60 opere del maestro e permettono una passeggiata nel percorso artistico e culturale di Luigi Ontani

0
295

Torna il pubblico al MuseOntani. Lo spazio espositivo, allestito in un salone del Municipio, ha riaperto dopo la chiusura forzata a causa dell’emergenza sanitaria. Con il permanere della Regione Emilia-Romagna nel colore giallo gli enti e le istituzioni culturali, quali i musei, riescono a garantire una programmazione di apertura ai visitatori. Così è stato anche per il MuseOntani che si trova in Piazza dei Capitani della Montagna 1.

Come prevede il protocollo sanitario nazionale l’ingresso è contingentato (massimo 10 persone alla volta), per questo per i gruppi, è consigliata la prenotazione telefonica allo 051910559 (n. biblioteca fino alle ore 12.00 del sabato oppure al cellulare 3491882736). Poi per poter accedere alla mostra è necessario essere dotati del dispositivo di protezione individuale, la mascherina. Al momento dell’ingresso sarà rilevata la temperatura ed è prevista la postazione per l’igienizzazione delle mani.

Per ora il MuseOntani di Vergato, apre la domenica (dalle ore 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00 per il periodo giugno-settembre, mentre con i seguenti orari domenicali per il periodo ottobre-dicembre 10.30-12.30 e 15.00-18.00), in collaborazione con la Pro Loco di Vergato, ma le visite per comitive sono estendibili anche in giorni feriali previo specifico accordo.

All’interno del MuseOntani sono esposte circa 60 opere che rappresentano una passeggiata nel percorso artistico e culturale del maestro. Non si tratta di un museo tradizionale, ma di un viaggio nell’immaginario di forme, colori e richiami di questo artista. Si tratta di un’esposizione dinamica: per volontà dello stesso Ontani le opere esposte potranno cambiare nel corso del tempo, per rendere la visita un’esperienza sempre nuova.

Tutte le opere del maestro Ontani sia quelle all’interno del museo che quelle presenti nel comune, ad esempio la Fontana davanti alla stazione di Vergato, e le vetrate che arricchiscono la Sala del Consiglio sono dotate del QRcode, codice che permette di avere tutte le informazioni sulle opere” ha dichiarato l’assessore alla cultura del comune di Vergato, Patrizia Gambari

 

 

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here