SASSO MARCONI: Beni Comuni… un anno dopo!

Presentati gli interventi di cura del territorio effettuati grazie ai Patti di Collaborazione siglati tra cittadini e Amministrazione comunale

0
1014

Con un incontro pubblico nel Salone delle Decorazioni del borgo di Colle Ameno, sono stati presentati ieri, 16 dicembre, gli interventi di cura e gestione del territorio realizzati nell’ambito dei percorsi partecipativi attivati dall’Amministrazione comunale.

Un anno fa, il 16 dicembre 2020, il Consiglio comunale di Sasso Marconi approvava il Regolamento per la gestione dei Beni Comuni: un documento che offre a cittadini, associazioni e imprese la possibilità di partecipare ai processi di cura dei beni patrimonio della collettività (parchi, aree verdi, spazi pubblici ecc.) attraverso la sottoscrizione di appositi Patti di Collaborazione con il Comune.

Dal dicembre 2020 ad oggi sono stati attivati 18 Patti di Collaborazione; alcuni dei firmatari sono intervenuti nell’incontro di ieri, raccontando la loro esperienza e presentando il lavoro svolto in questi mesi.

La maggior parte dei Patti attivati riguarda la cura del verde pubblico e la manutenzione di spazi verdi tra cui il parco dell’Olivetta e il campo sportivo della frazione di Tignano-Roma (referenti sono rispettivamente Bruna Tadolini e Paolo Tonelli), l’area verde in località Battedizzo e le aiuole, fioriere e i giardini del capoluogo, affidati alle cura di Teresa Ventura (ex dipendente comunale che ha siglato anche un secondo Patto per il supporto alla gestione dei punti distribuzione sacchi per la raccolta differenziata). Durante l’incontro di ieri è stato tra l’altro siglato un nuovo Patto – il firmatario è Andrea Ferri – per la manutenzione del parco di via Iara, a Borgonuovo.

Tra le attività disciplinate dai Patti di Collaborazione c’è anche la tutela dell’ambiente attraverso la piantumazione di nuovi alberi nei parchi cittadini e periodiche campagne di sensibilizzazione raccolta rifiuti: diverse le iniziative attivate durante l’anno grazie all’impegno assunto, tra gli altri, da Giuseppe Catania per il Gruppo “Bologna Ripuliamoci”, da Eleonora Storari e Thomas Morselli di “Plastic Free” e da Ferdinant Rodakaj per la raccolta di mozziconi di sigaretta.

Tra i Patti siglati, ce ne sono infine due che riguardano l’ambito sportivo e culturale: quelli sottoscritti con Enrico Regazzi e Francesco Venturi rispettivamente per la manutenzione dello Skate Park e la gestione dei muri palestra per i writer.

I Patti di Collaborazione attivi a Sasso Marconi sono raccolti e consultabili in una sezione dedicata sul sito internet del Comune (al link https://bit.ly/3yyaH2G), che viene implementata con i Patti via via sottoscritti.

A queste esperienze si aggiunge poi l’attività prestata in forma non strutturata da singoli cittadini o gruppi come la Pro Loco Borgo Fontana, che con i suoi volontari partecipa alle attività di cura degli spazi verdi e del playground del borgo.

“Fa davvero molto piacere vedere come tante persone siano disposte a impegnarsi per la cura del territorio, dei suoi spazi verdi e dei suoi luoghi di uso comune: beni pubblici, che appartengono a tutti noi”, ha commentato il sindaco Roberto Parmeggiani. “La partecipazione attiva è una risorsa preziosa per la città, continueremo a incentivarla e supportarla con gli strumenti offerti dal Regolamento per la gestione dei Beni Comuni”. 

Nella foto i firmatari dei Patti di Collaborazione presenti all’incontro di ieri assieme al sindaco Roberto Parmeggiani, all’Assessora alla Partecipazione Irene Bernabei e ad altri cittadini impegnati volontariamente nelle attività di cura del territorio

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here