Quotidiana violenza

1
224

 

Dopo il fattaccio di Colleferro dove un ragazzo è stato ucciso a calci e pugni, così tanto per divertirsi, dalla solita gang di violenti nota da tempo, c’è da chiedersi : “Ma esiste una struttura di giustizia in Italia in grado di limitare se non prevenire queste selvagge manifestazioni di violenza ?” Non credo, vista l’assoluta libertà concessa a baby gang, squadre di violenti negli stadi, gruppi di violenti alla ricerca del pestaggio o dell’uccisone di indifesi ed altro. Il guaio, a posteriori dei fattacci, è che queste persone sono ben note da tempo e nei loro confronti si agisce con una piuma, onde non crearr loro turbative varie. A mio avviso c’è una strada maestra di civile rieducazione : IL LAVORO . A seconda del reato si condannano, minorenni o maggiorenni, la violenza non ha età, ad una pena dai 10 anni in su, senza sconti, a raccogliere frutta e verdure nei nostri campi dalle 6 del mattino alle 20-21 di sera, a seconda delle stagioni, con una sosta alle 12,30 di 1/2 ora per il pranzo. Onde non passare per erede di Baffone, il 25 Dicembre potranno ricevere visite dai parenti, per gli altri 364-365 giorni si lavora. Se il tempo è inclemente, vi sono tanti capannoni industriali vuoti ove smontare apparati dismessi di elettronica, meccanica ed altro. Visto che le leggi le fa il nostro Parlamento, specialista nel disquisire sul sesso legale degli angeli , una legge di questo stampo non si potrebbe fare ? Non si inizi, per carità, la solita tiritera del : Recupero sociale, della privacy, delle turbative esistenziali e altre fanfaluche tutte a difesa di delinquenti e criminali. Finito lo stage carcerario di lavoro, i signori condannati, possono benissimo avere un lavoro onesto nei campi o in altra specialità secondo le disposizioni di psicologi, esperti del lavoro ecc ecc , dopo però.

SHARE

Un commento

  1. Continuo a seguire sui mezzi di informazione gli strascichi della vicenda criminosa di Colleferro. Pian piano sta emergendo la considerazione che chi ha ucciso Willy voleva solo spaventarlo, che, insomma si tratta di alcuni ragazzi un po’ esuberanti ecc ecc . Metto alla prova le mie doti di preveggenza . 1) Incertezza totale su chi gli ha dato il colpo di grazia 2) Willy era un provocatore 3) Non si possono mettere in carcere dei giovani “sportivi” rovinando loro un futuro luminoso in atti analoghi 4) In primo giudizio verranno condannati chi più chi meno tra i 5 ed i 10 anni 5) Si rifà il processo e le condanne vengono dimezzate 6) Dopo poco vengono messi tutti in libertà per buona condotta . Tenetevi informati e vedremo se quanto predetto avrà centrato il bersaglio.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here