Cose di cui si sentiva la mancanza

0
872

Siamo ai primi di Agosto, con un caldo torrido e, finalmente, nel Belvedere, si sente parlare di cose rinfrescanti : gli SCI ! L’anno scorso, prima di metà Ottobre, si diede il via ai cannoni sparaneve. Qualcuno ipotizzò che si voleva dimostrare che al Corno si sciava da Ottobre a fine Maggio. Altri, più terra a terra, parlarono di collaudi. Certo che scaraventare neve ghiacciata su piante ancora verdi non era il massimo dell’ecologia, ma si sa, sette e più mesi di sciate tappano la bocca a tutti. Dubito di questi sette mesi e mezzo, ma lasciamo perdere. Non so perché , eredi del cannoneggiamento dell’anno scorso, non si dato il via, quest’anno, in questi giorni caldissimi, ai cannoni sparaneve. Non so se si potrà sciare, ma di certo, stare sotto ad una caduta di acqua ghiacciata, o quasi, potrebbe essere una attrattiva da non sottovalutare. Certo che se si fosse partiti ai primi di giugno con detti cannoni, visto il caldo, tre mesi di pieno totale di gente alla ricerca del fresco non li toglieva nessuno. Mi meraviglia che, visto l’ostracismo per camper, roulotte, tende, escursionisti, non si sia puntato in maniera massiccia, al fine di rimpinguare l’economia turistica, ad un “Rinfresco” sciatorio : i cannoni sparaneve. Sarebbe stato un corposo richiamo alle sciate invernali o autunnali-primaverili, a scelta. Certe occasioni non bisogna lasciarsele sfuggire !

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here