ALTO RENO TERME: Le manifestazioni in onore della Patrona del Basket

0
149

I partecipanti alla Ball Run

 

Verso la fine dello scorso mese di aprile fu ufficializzata dalla CEI la “confirmatio” della Madonna del Ponte quale Patrona del Basket italiano e quindi era prevedibile che a seguire sarebbero state varate diverse manifestazioni. Dopo due incontri della Consulta, organizzati dal Comune di Alto Reno Terme, è stato effettuato un incontro di basket under 18 tra la nazionale ucraina e una selezione della Virtus Segafredo di Bologna, pochi giorni dopo una grande festa del minibasket a cui hanno preso parte varie squadre.

Infine nello scorso weekend la LIBA (Legends International Basket Assiciation)Italia , presieduta da Pier Luigi Marzorati, ha organizzato due giornate ricche di avvenimenti.

E’ stata riproposta la fiaccolata che nel 1956 collegò Bologna alla Madonna del Ponte, è stata fatta un’esibizione dai ragazzi del basket in carrozzina ed è stata varata una novità:  Ball Run, ovvero “si corre, si cammina e si palleggia…”. Ed infine lectio magistralis del prof. David Hollander della NYU “How Basketball Can Save The World”.

Il prof. David Hollander della New York University

 

“Nel fare un primo bilancio di queste manifestazioni bisogna premettere due cose: abbiamo organizzato tutto per l’ultimo fine settimana del mese di luglio quando la gente va in vacanza e per la Ball Run eravamo alla prima edizione. – ci dichiara Pierluigi Marzorati – Ma siamo molto soddisfatti del risultato sia per il numero dei presenti che soprattutto per il grande entusiasmo che abbiamo visto in tutti i partecipanti. Abbiamo ripreso un avvenimento particolare che ci ha riallacciato a quanto avvenne 66 anni fa. Colgo l’occasione per ringraziare Prefettura e Questura di Bologna che hanno collaborato con noi. Non era facile attuare la staffetta per tanti motiv….la strada… il traffico… poi è arrivato anche un temporale, ma alla fine siamo arrivati in fondo con i ragazzi del CUS, della Pallavicini, del Bologna Calcio. A Porretta ci aspettavano il sindaco Nanni, l’assessore Savigni ed il prof. Hollander che ha fatto da ultimo staffettista.”

Si è rivelato un docente universitario molto disponibile

Sicuramente. E’ anche andato a parlare con i ragazzi dell’Istituto Montessori dove ha fatto  una sintesi di quello che ha esposto poi nella lectio magistralis alle Najadi mettendo in evidenza come possa il basket, sport di squadra conosciuto da tutti, “salvare il mondo”.

– Nel pomeriggio di sabato abbiamo visto la piazza di Porretta riempirsi di palleggiatori …più o meno giovani

– Sì la Ball Run ha avuto grande successo. A causa di un inconveniente all’ultimo momento abbiamo rischiato di non poterla effettuare ma ci ha aiutato il Comune di Porretta che ringrazio ed è andato tutto bene.

Marzorati, tra il sindaco Nanni ed il vice parroco Don Filippo Maestrello, autografa un pallone

 

– Ora si guarda al futuro. Ci può anticipare qualcosa  ?

Sicuramente ritorneremo Avrei in programma di fare una riunione con i dirigenti sportivi per organizzarci anche sotto il profilo digitale. Con le Terme c’è un discorso già avviato per quanto riguarda anche un Museo che si affiancherebbe a quello di Bologna e potrebbe essere diretto dal prof. Hollander. Un altro progetto è quello di creare un centro di documentazione del basket ma soprattutto un circuito digitale dei Santuari sportivi per il prossimo Giubileo.

 

Foto di Graziano Castagnoli

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here