Sasso Marconi – Parte domani la XIII edizione delle Giornate teatrali di Colle Ameno, 

Rassegna dedicata a formazione, ricerca e innovazione teatrale con laboratori, incontri, mostre, spettacoli e letture sceniche nelle sale del settecentesco Borgo di Colle Ameno.

0
167

Promossa dallAssessorato alla Cultura del Comune con la direzione artistica di Teatrino Giullare e il contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, la rassegna è diventata nel tempo un appuntamento di rilievo nazionale dedicato alla formazione specialistica, alla conoscenza e alla riflessione intorno alla drammaturgia contemporanea.

Ogni anno spettacoli e momenti di formazione si sviluppano attorno a un filo conduttore ben preciso. In quest’edizione 2020, articolata in due week-end, tutto ruota attorno alle creature mitologiche narrate e raffigurate negli antichi bestiari: sirene, chimere, minotauri e altri animali leggendari e immaginifici in cui cerchiamo indicazioni di ordine morale e simboli di verità più profonde.

Il Manuale di zoologia fantastica di Jorge Louis Borges è il testo di riferimento per il laboratorio teatrale rivolto alla formazione di giovani professionisti che apre le prime tre giornate della rassegna, ed è fonte di ispirazione dello spettacolo Bestiario Immaginato presentato da Teatrino Giullare con Francesca Mazza, che sabato 26 e domenica 27 chiude le Giornate Teatrali 2020.

Nel mezzo altri momenti di spettacolo aperti al pubblico: la lettura scenica de Il silenzio delle sirene di Franz Kafka a cura di Teatrino Giullare (domenica 20 settembre ore 18), la mostra con gli animali della mente creati da Cikuska ed esposti nelle stanze di Villa Davia e l’incontro con Paolo Canevari (domenica 27, ore 17), poliedrico artista noto a livello internazionale, che nelle sue opere rievoca miti e principi trascendentali attraverso l’utilizzo congiunto di diverse tecniche (scultura, disegno, animazioni, video…).

Tutti gli eventi si svolgono nelle sale di Villa Davia, storica residenza signorile situata all’interno del Borgo di Colle Ameno e recentemente riportata al suo antico splendore dopo un importante intervento di recupero architettonico.

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here