Campeggi e biciclette

0
728

Tempo fa un turista mi chiese se sapevo di campeggi per camper e roulotte a Bologna. Risposi che non lo sapevo e, credo, non ve ne fossero. Non sono informato su questo tipo di servizio ai turisti. Se siamo messi come con i parcheggi, siamo messi male. Ad ogni piè sospinto leggiamo di Bologna città della cultura, dell’arte e poi….se arrivi all’aeroporto ci sarebbe, ci sarebbe, il People Mover , ci sarebbe. Se arrivi in auto, non sai dove parcheggiare. D’altronde Bologna è la città messa peggio in Italia per aree di parcheggio, il ché significa la messa peggio in Europa. L’unica soluzione è arrivare a Bologna in bicicletta, non so da Oslo, o da  Amsterdam. E’ doveroso, a scanso di furti, utilizzare una bicicletta scassatissima e senza luci, anche di notte. E’ uno standard felsineo. Così facendo si sarà veramente ecologici, ma si spenderebbero pochi soldi sul territorio. E’ difficile pensare di caricare su di una bici vari oggetti a mo’ di spesa o ricordo. Mi ricordo pochi anni or sono di essere andato, con la consorte, nel Tirolo del Nord, vicino a Kufstein . Ci eravamo mossi in auto, Dio che orrore ! ( commento petroniano) . A Kufstein abbiamo parcheggiato tranquillamente in apposita area a ciò adibita ed abbiamo, tranquillamente, visitato la bella cittadina. Poi siamo andati anche a vedere il centro si Salisburgo con la casa di Mozart. Anche lì abbiamo parcheggiato senza problemi. E così in altri siti della zona. Quando è stato il momento di partire ci siamo recati ad una attrezzatissima salsamenteria del posto attratti da varie leccornie in vendita. Mi ricordo che la proprietaria ci delucidò le varie tipologie di speck e di birra. In parole povere, acquistammo varie confezioni del tipico salume, un paio di casse di birra e poco altro che sistemammo nel bagagliaio dell’auto. Erano regali per amici, figlia e per noi. Difficile pensare di caricare tutta quella roba su due biciclette o su un solo tandem ! E così lasciammo ai residenti una certa cifra ! Certo Bologna sarà una città storica, piena di opere d’arte ma priva totalmente di parcheggi, non so di campeggi. Ne consegue che il conseguente indotto si riduca a poca cosa, forse due etti di mortadella e una bottiglietta d’acqua, è difficile trasportare di più su di una bicicletta.

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here