Un piatto plurinazionale

0
223

Visto che siamo in Europa, ho deciso di creare un piatto, un primo, che racchiuda in sé alcune peculiarità di diverse nazioni del vecchio continente. Incominciamo dalla pasta, prodotto tipicamente italiano, ho scelto i fusilli; per il condimento ho utilizzato dello speck, salume di cultura germanica, della smetana, latticino molto impiegato nell’est Europa, si tratta di panna acida, un poco di dragoncello verdura molto impiegata in Francia dove si definisce Estragon, che, ad onor del vero, cresce quasi come infestante nel mio orticello di Pianaccio, un po’ di formaggio olandese grattugiato e un buon tinto (rosso) de La Rioja (Spagna). La procedura è semplice.

Si cuociono i fusilli in acqua poco salata, intanto si affetta a cubetti lo speck, si sfoglia il dragoncello, se si prendono gli steli, altrimenti le sottili foglie si lasciano così, si trita o si grattugia il formaggio olandese. Quando la pasta è quasi cotta, si scola tenendo un poco dell’acqua di cottura a parte. Si rimettono i fusilli nel tegame aggiungendo la smetana e lo speck a cubetti. Si rimescola aggiungendo poco alla volta un po’ dell’acqua di cottura o del latte. La smetana tende a impastare l’insieme. Poco prima di servire nei piatti, si pone il dragoncello rimescolando un poco. Servire nei piatti spargendo un poco del formaggio sulla pasta. La smetana si può comprare nei negozi che vendono specialità dell’Est Europa.

In questo piatto abbiamo coniugato : Italia, Est Europa, Francia, Paesi germanici e Spagna. Buon appetito .

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here