In Appennino c’è la farina di castagno migliore d’Italia

Il prodotto tradizionale ha ottenuto il riconoscimento alla 7^ edizione della rassegna nazionale

0
960

Stefano Lamonica e Domenico Medici

 

La prima tra 65 farine di castagno d’Italia: il riconoscimento è andato al prodotto dell’Alta Valle del Reno che ha partecipato alla 7^ edizione della Rassegna Farine di Castagne di Italia che si è svolta in Maremma. Lo scopo della kermesse è la valorizzazione e la promozione di farine di castagne stimolandone il continuo miglioramento e la qualità delle sue accezioni. La farina dell’Appennino è apparsa, ai giudici, tra quelli in gara uno dei prodotti d’eccellenza. I criteri alla base della scelta – in giuria anche ricercatori del CNR – ci sono il colore della farina (più è chiara melio è), il profumo del prodotto degli aromi, il sapore e la granulometria. La scelta degli esperti dopo averla degustata, operazione simile a quella dei sommelier con il vino, è ricaduta sulla farina di un produttore dell’Alta Valle del Reno. Inoltre, è stato consegnato un attestato in cui viene riconosciuta la qualità.

E’ il quarto anno che partecipiamo a questa manifestazione che ad ogni edizione raduna i maggiori produttori di farina di castagno in Italia. Il risultato ottenuto con i prodotti del 2021 è stato eccezionale perché i giudici hanno riconosciuto, nella nostra farina, un prodotto di alta qualità. Per noi è una soddisfazione enorme e che ci consegna i passi che, come associazione, intendiamo fare nei prossimi anni primo fra tutti la promozione della nostra farina” ha dichiarato Domenico Medici, presidente dell’Associazione Castanicoltori Alta Valle del Reno-Albero del Pane. L’Associazione, fondata nel 2016, vanta una 30ina di soci e ha tra le finalità la valorizzazione del prodotto tradizionale dell’Appennino bolognese che da oggi si arricchisce di un ulteriore riconoscimento.

 

 

 

 

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here