Friggione tutto l’anno, la ricetta originale depositata alla Camera di Commercio di Bologna

0
32456

friggione

Di Katia Brentani

Il friggione è un tipico piatto bolognese la cui ricetta è stata depositata dall’Accademia Italiana della Cucina alla Camera di Commercio di Bologna.

Il friggione si può gustare in ogni stagione. Caldo durante l’inverno per accompagnare le carni o la polenta, freddo d’estate.

Questa è la ricetta depositata alla Camera di Commercio di Bologna.

 

Friggione

Ingredienti: 4 kg di cipolle bianche – 300 gr. di pomodori pelati – 1 cucchiaino di sale grosso – 1 cucchiaino di zucchero – 2 cucchiaini di strutto

Procedimento: pelare le cipolle, affettarle sottilmente, condirle con lo zucchero e il sale grosso e metterle a macerare da due a quattro ore. Coprire il recipiente dove si lasciano macerare le cipolle. Trascorso il tempo mettere le cipolle con la loro acqua e lo strutto in un capace tegame e fare cuocere, a fuoco molto lento, mescolando di frequente fino a quando le  cipolle diventano di un bel colore biondo molto scuro. Se tendono ad attaccarsi aggiungere un po’ di acqua. Unire i pomodori spezzettati e continuare la cottura ancora per un paio d’ore, sempre a fuoco moderato e sempre mescolando di frequente.

Alla fine si deve ottenere una specie di salsa cremosa.

La ricetta del friggione è datata 1886 e nel corso degli anni sono state apportate delle variazioni alla ricetta originale. Variazioni considerate eretiche dai puristi, come sostituire lo strutto con la stessa quantità di olio extravergine di oliva.

C’è chi al posto dell’acqua aggiunge, se necessario, brodo.

Non confessate mai a un bolognese che usate il friggione per condire la pasta.

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here